Crypto art: tutto quello che devi sapere

x-art

Indice

Gli NFT o token non fungibili hanno rivoluzionato la cultura nel 2020 e hanno avuto un enorme impatto sull’arte digitale, dando vita a una disciplina completamente nuova: la crypto art o x-art. Infatti, le vendite di NFT sono triplicate nel 2020 fino a 250 milioni di dollari e avranno un impatto rilevante sul Metaverso.

x-art

La x-art influenza l’arte tradizionale?

La crypto art, o x-art è arte digitale “inventata” usando la tecnologia NFT. Il suo valore sta nella blockchain, che elimina gli intermediari e conferma l’origine o la paternità dell’opera d’arte.

Quali sono i vantaggi?

Per i cripto artisti, questo ha dato loro uno spazio dove possono esporre le loro opere e venderle in tempo reale su piattaforme per vendere e condividere questa forma d’arte, eliminando alcuni degli ostacoli che potrebbero affrontare nel mercato tradizionale.

Ogni artista riceve anche le royalties da tutte le vendite secondarie del loro lavoro.

La nascita della x-art

L’ascesa della x-art è iniziata con l’asta di Biple del 2020.

Questo lo ha reso il terzo artista vivente di maggior valore nella storia.

Mentre è difficile immaginare di avere un’opera d’arte che non si può toccare, la crypto art democratizza effettivamente le gallerie, le collezioni e i musei.

L’illustratore Javier Arres è un altro crittografo che è salito alla fama nel 2021 grazie alla popolarità delle sue creazioni NFT.

L’artista ha detto a eldiario.es che “non avevo nemmeno una galleria in Spagna, l’ultima collezione che ho presentato all’asta ha fatto più di mezzo milione di dollari”.

Come si crea la cripto arte?

Quando x-art viene creata, il file viene allegato al NFT, che registra il token (opera d’arte) con la blockchain.

Questo processo assicura che l’immagine digitale associata all’NFT sia stata creata da un artista specifico.

Verisart, una piattaforma che genera certificati digitali criptati per il settore culturale, sta lavorando sul processo di autorizzazione dal 2015.

Crypto art garantisce l’autenticità e protegge l’opera dalla falsificazione.

Vengono registrati i proprietari dell’oggetto, quante volte è stato venduto e il prezzo di vendita.

L’uso della tecnologia blockchain assicura che le reti non possono essere violate, il che significa che è quasi impossibile duplicare o riprodurre parti senza consenso.

Dove si trovano le x-art?

Super Rare e Makersplace sono due piattaforme digitali per artisti di x-art emerse nel 2017 e nel 2018.

Come con tutti i marketplace NFT, se vuoi comprare qualcosa, devi usare le criptovalute.

Queste piattaforme specifiche richiedono acquisti con criptovalute estratte da Ethereum.

Il sito web di Super Rare sostiene che questo è un luogo di incontro per Instagram.

Un nuovo modo di interagire con l’arte, la cultura e il collezionismo online.

In un anno, Makersplace è passato dal trovare artisti ad avere 15.000-20.000 creatori che cercano di accedere al loro sito web ogni giorno.

x-art

Gli spazi di esposizione digitale delle opere

Oltre agli spazi digitali dove gli artisti possono vendere il loro x-art, ci sono anche spazi espositivi digitali.

Impulsando la transformacion social desde la digital* è uno dei primi del suo genere rivolto ai latinos.

La curatrice della mostra Marisol Salanova ha lanciato un invito a una mostra di crypto art online sulla piattaforma Artinformado.

Salanova ha detto che i criteri di selezione sono stati gli stessi di qualsiasi altra mostra.

La crypto art è un fenomeno in rapida crescita e relativamente recente.

Ci sono ancora molte questioni che devono essere affrontate, ma questa è una soluzione che permette agli autori di verificare la paternità del loro lavoro e rende anche l’arte più accessibile.

Il tempo ci dirà se ognuno di noi avrà una collezione d’arte che entra in tasca.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!