NFT, blockchain e criptovalute: tutto quello che nessuno ti dice

blockchain criptovaluta

Indice

È passato un anno da quando l’NFT è entrato nella cultura tradizionale. All’inizio dell’anno, vi abbiamo portato un articolo sui punti salienti relativi al Metaverso. Oggi, invece, ci occupiamo di blockchain criptovaluta e di NFT.

blockchain criptovaluta

Cos’è la blockchain criptovaluta e l’NFT

NFT, che sta per Non-Fungible Token, è un’unità di dati che utilizza la tecnologia per registrare e autenticare i contenuti digitali, dai video alle canzoni e alle immagini, sulle blockchain criptovaluta.

Una volta che il contenuto è registrato sulla blockchain, ogni transazione, dai trasferimenti alle vendite, viene iscritta sulla catena, creando un documento facilmente accessibile di origine e storia dei prezzi.

L’impatto principale degli NFT è quello di rendere più facile possedere e vendere contenuti digitali.

Per esempio, in passato, gli artisti digitali potevano costruire un grande seguito sui social media, attirare lavoro, e possibilmente vendere repliche e altro merchandising insieme ai loro dipinti, ma era difficile per loro monetizzare direttamente l’arte digitale.

A dispetto di ciò, oggi con la tecnologia che sta dietro agli NFT è più facile il commercio e la vendita di immagini online, la comunità NFT dovrebbe creare un mercato per questi beni digitali perché tecnicamente, come molti critici hanno sottolineato, le immagini digitali che sono state convertite in NFT possono essere conservate.

Spesso, i creatori (o artisti, se volete) elencano il loro lavoro sul mercato NFT, che include piattaforme come OpenSea, SuperRare, Nifty Gateway, Foundation, e altri.

Come creare NFT e registrali sulla blockchain

Minting è il processo di creazione di NFT, che significa creare contratti intelligenti che saranno memorizzati sulla blockchain criptovaluta.

Un contratto intelligente contiene molte informazioni importanti: specifica il creatore dell’opera e garantisce che il creatore o altre parti riceveranno royalties ogni volta che un NFT viene venduto.

La possibilità per gli artisti di trarre automaticamente profitto dal valore di rivendita è parte dell’attrazione degli NFT per gli artisti, in quanto tutte le piattaforme guadagnano ricevendo una piccola percentuale di royalties attraverso uno smart contract.

Ma questo processo non è perfetto: a causa di difetti tecnologici, le parti non sempre ottengono il copyright.

L’importanza dei contratti negli NFT e nella blockchain

Uno smart contract non ha la forza legale del diritto d’autore, dato che sarebbe necessario un contenzioso appropriato per vedere come la legge tratta gli smart contract.

I contratti sono memorizzati sulla blockchain criptovaluta, ma molte volte l’opera stessa non è registrata sulla catena perché sarebbe troppo laborioso e costoso inserire così tanti dati.

Quindi, la maggior parte dei contratti intelligenti contengono link all’opera che rappresentano.

Questo significa che molti NFT consistono di due parti: il contratto intelligente e il bene stesso.

Questo può portare a confusione su dove si trova effettivamente il valore.

Tuttavia, alcune opere non sono solo memorizzate sulla catena, ma sono anche create utilizzando la tecnologia blockchain.

Il costo di produzione degli NFT e della blockchain

Mentre i colleghi incoraggiano costantemente gli artisti a fare un sacco di soldi usando gli NFT e con la blockchain criptovaluta, ci sono alcuni rilevanti ostacoli da tenere sotto controllo.

Forse la cosa più proibitiva è che il conio di NFT non è gratuito, e il suo costo aumenta man mano che la rete Ethereum diventa più congestionata e più sforzo computazionale è richiesto per fare il lavoro.

Il costo finanziario di questo sforzo richiesto è una tassa che fluttua costantemente.

Nel momento in cui scrivo il prezzo è di circa 70 dollari per coniare un NFT su Ethereum.

Il creatore di un NFT non sempre produce in tal senso; alcune piattaforme scaricano questo processo e il conseguente costo sul consumatore.

blockchain criptovaluta

Quali sono i problemi con gli NFT e con la blockchain criptovaluta?

Anche se gli NFT e la blockchain criptovaluta hanno avuto un impatto positivo su molti artisti, non ci sono ancora abbastanza dati per vedere se su questo mercato beneficiano molti o solo pochi selezionati.

L’unico studio completo sugli NFT pubblicato finora ha raccolto i prezzi dal 2017 all’aprile 2021 e ha riportato che 15 dollari è stato il prezzo medio di vendita del 75% degli NFT, con solo l’1% degli NFT che ha raggiunto cifre più alti dei 1.500 dollari.

Tuttavia, questi dati dovrebbero essere trattati con attenzione.

Sono pesantemente distorti perché la maggior parte dei suoi dati risalgono a prima dell’adozione degli NFT alla scala attuale.

La prevenzione dei furti è un problema continuo: gli artisti che si sono astenuti dal fare NFT hanno spesso visto le loro opere create da individui sconosciuti, e solo pochi mercati NFT verificano il creatore di un pezzo prima di permetterne la vendita.

Agli artisti che si sono lamentati di questo problema online è stato ordinato di creare NFT delle loro opere solo per fermare i furti, una decisione sbagliata che fa sentire gli artisti costretti a creare NFT. Inoltre, molti artisti hanno rifiutato di creare NFT per ragioni morali.

Uno dei motivi per cui alcuni artisti si astengono dal creare NFT è perché non vogliono trarre profitto dall’infrastruttura inquinante di Ethereum.

La tecnologia Ethereum

Fondamentalmente, le blockchain criptovaluta come Ethereum consumano enormi quantità di energia per funzionare.

Secondo Forbes, una transazione Ethereum attualmente consuma tanta elettricità quanto una casa in una settimana lavorativa.

Mentre ci sono criptovalute alternative con un impatto ambientale molto più basso, come Tezos, esse devono ancora vedere un’adozione diffusa (la piattaforma NFT costruita su Tezos è stata recentemente sciolta).

Alcune piattaforme NFT stanno acquistando compensazioni di carbonio per mitigare il loro impatto, ma la reale efficacia delle compensazioni di carbonio è discutibile.

Gran parte della comunità NFT sta guardando oltre l’impatto ambientale, dato che Ethereum 2.0 si sta avvicinando, che userà un’infrastruttura significativamente meno inquinante.

Si dice che arriverà a breve, anche se la sua diffusione è stata imminente per anni.

Le NFT sono un movimento artistico?

L’arte digitale, la new media art, il software e la blockchain criptovaluta art sono tutti generi che utilizzano vari media digitali specifici.

Un’opera creata con qualsiasi mezzo digitale o anche tradizionale può diventare una NFT.

Tuttavia, ci sono momenti in cui un artista userà blockchain e contratti intelligenti per creare l’opera stessa, e solo in questi casi le NFT sono un veicolo commerciale.

In particolare, è solo in queste circostanze che il divario tra smart contract e opere d’arte è colmato, perché sono la stessa cosa.

Indipendentemente dalle questioni tra tecnologia e media, è anche chiaro che il mercato NFT ha migliorato alcuni tipi peculiari processi.

Collezionismo e speculazione nella blockchain criptovaluta

I valori artistici nella comunità NFT sono cambiati, si sono espansi, si sono ristretti e si sono evoluti di nuovo nel corso dell’ultimo anno mentre i collezionisti, per lo più al di fuori del mondo dell’arte, sviluppano i loro gusti in tandem con il mercato emergente.

I collezionisti raccolgono collezioni private non solo per il loro piacere personale. La maggior parte dei collezionisti sono più simili ai commercianti di azioni che scommettono sull’aumento del valore di certe collezioni, rendendole ideali per il lancio o il deposito stabile delle loro criptovalute.

Anche se abbiamo discusso di NFT attraverso la lente dell’arte, gran parte del contenuto in argomento è classificato come giochi e oggetti da collezione, anche se ci sono ampie aree di NFT dove la linea tra oggetti da collezione e opere d’arte è sfumata, come nell’arte mondiale contemporanea e tradizionale. I lavori venduti come opere d’arte generano rendimenti più alti che come oggetti da collezione, e finché le case d’asta, i collezionisti e le altre istituzioni sono consapevoli di questo, può essere difficile tracciare una linea tra le due categorie.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

Iscriviti alla newsletter per conoscere le novità

error: Content is protected !!