Blog per parrucchieri: cos’è, come crearne uno efficace e perché è importante

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Marketing per parrucchieri

Indice

Un blog racchiude tutta una serie di contenuti redatti per diverse ragioni, che vedremo più avanti in questo articolo, e caricati in una specifica sezione del sito web. Per questo motivo ti consiglio di creare un blog per parrucchieri perché si tratta di uno strumento che aumenta il traffico sui vari canali del salone di acconciature e spinge, nel migliore dei casi, l’utente a condividere i tuoi contenuti.

In questo articolo ti mostrerò come creare un blog efficace, quali contenuti inserirvi e perché è così importante per te.

Blog per parrucchieri
Cos’è esattamente un blog?

Prima di parlare di blog per parrucchieri, devo spiegarti cos’è un blog.

Oggi i blog spopolano in rete: sembra che ognuno ne possieda uno!

Altri, invece, non hanno ben capito di cosa si tratti e, quindi, è difficile comprenderne le opportunità.

Si tratta di un contenitore virtuale di articoli di qualsiasi argomento.

Questi sono anche corredati di tag per essere più facilmente rintracciati in rete.

Grazie a quest’ultima caratteristica, puoi capire anche l’utilità di avere un blog oggi.

Se, per esempio, un utente cerca “come creare una treccia su se stesse” e tu hai scritto un articolo su questo, è facile che lui, o lei, approdi sul tuo sito e ti conosca meglio.

Aumentare il traffico sul proprio sito vuol dire anche farsi notare e, perché no, attirare nuovi clienti.

Perché è importante avere un blog per parrucchieri?

Possedere un blog per parrucchieri è un’ottima strategia di marketing.

Il lavoro di hairstylist consente di scrivere davvero su molti argomenti: dalle colorazioni alle acconciature, dalle maschere faidate alle ultime tendenze di moda per i capelli.

Poi puoi parlare di accessori, del modo in cui gestisci il tuo salone per incoraggiare altri hairdresser a seguire i tuoi consigli, delle abitudini di bellezza per le star…guarda quanti argomenti hai a disposizione!

Più contenuti di qualità crei e più sarà più facile che gli utenti ti trovino.

Per qualità intendo dire principalmente alcune caratteristiche che un articolo deve presentare:

  • essere ben scritto;
  • essere ben impaginato;
  • con un linguaggio coinvolgente;
  • con un titolo che anticipa ciò di cui andrai a parlare;
  • su un argomento interessante e che gli utenti cercano spesso;
  • deve contenere dei tag;
  • deve essere ottimizzato per i motori di ricerca.

Ciò significa che, prima di pubblicare un qualsiasi articolo, devi chiederti se sia coinvolgente e interessante.

Blog per parrucchieri
Ottimizzare gli articoli

Secondo punto da tenere in considerazione per creare un blog per parrucchieri, il copy non deve essere solo leggibile per le persone, ma anche per i motori di ricerca.

Devi utilizzare delle parole chiave lungo il testo, in modo che, se un utente cerca una determinata frase, l’algoritmo di Google sia in grado di rintracciarla nel tuo articolo.

Tutti gli acconciatori oggi fanno a gara a chi comparire per prime sui motori di ricerca, quindi è opportuno che anche tu, per il tuo salone, ti faccia notare grazie ai giusti accorgimenti.

Pubblica qualcosa che piaccia agli utenti e che li spinga a condividerlo, a interagire con il tuo negozio.

Per ogni articolo che pubblichi, potrebbe esserci un utente che fa domande o richieste per contenuti successivi.

Le reazioni della community sono uno strumento prezioso per comprendere cosa piace alla gente di te e di ciò che proponi, ascoltale sempre.

Creare contenuti per il blog, quindi, è un’attività divertente e che potrebbe portare a ottimi risultati in termini di visibilità.

I guadagni, inoltre, non sono esclusivamente indiretti.

Il blog non serve solo ad attirare potenziali clienti per il tuo salone di bellezza, ma anche per monetizzare grazie all’advertising.

Puoi, infatti, vendere un piccolo spazio pubblicitario del tuo blog in cambio di un compenso mensile.

Blog per parrucchieri
Non basta avere un sito o degli account social?

Il blog per parrucchieri è uno strumento creativo e accattivante per raccontare un salone di bellezza.

Non si tratta solo di una strategia di marketing per passare parola, essere condiviso e attirare nuovi potenziali clienti con contenuti che gli piacciono.

È anche un modo per fornire un punto di vista più amichevole della propria attività.

Ad esempio puoi raccontare qualcosa, dare consigli, interagire con il pubblico attraverso un blog è una soluzione per fare pubblicità in modo meno evidente e aggressivo.

Si tratta di uno spazio dove parlare di lavoro, senza specificarlo direttamente.

Gli articoli sono più a misura di utente ed è un piacere leggerli.

Sono un ottimo modo per parlare del proprio salone mentre si risponde ai bisogni degli utenti.

Non bastano un sito e degli account social curati per fare questo.

Un articolo è un approfondimento di un topic, cosa che non è consentita su un social network, i cui contenuti non dovrebbero mai superare le 100 parole.

E su un sito, i cui copy sono prevalentemente brevi e scritti in ottica SEO, quindi più per motori di ricerca che per esseri umani.

Degli articoli ben scritti, informativi e coinvolgenti aiutano molto l’intera attività ad acquisire valore agli occhi del cliente.

Non solo sembrerai molto autorevole nel tuo campo, ma darai l’impressione di essere sempre up to date, aggiornato e operativo.

marketing per parrucchieri
Come si crea un blog?

Con l’aumento dei blogger e il crescente desiderio di avere uno spazio personale online, sono stati aperte molte piattaforme che consentono di creare un blog personalizzato, a volte anche gratuitamente.

Si tratta di strumenti intuitivi e semplici, ricchi di applicazioni che consentono di gestire testi, immagini, video e molto altro.

Non serve conoscere il linguaggio HTML per pubblicare contenuti: basta avere delle buone idee.

Piattaforme come blogger.com, WordPress, Medium e altri forniscono layout preimpostati che si possono personalizzare al massimo secondo le proprie esigenze e riempire di articoli.

Se possiedi già un sito internet, creato per esempio con WordPress, ti consiglio di aggiungere una sezione dedicata al blog.

È semplice: basta creare un’altra pagina dalla dashboard e cominciare ad aggiungere articoli.

Puoi anche decidere di programmarli, scrivere delle bozze e rivederle in un secondo momento prima della realizzazione.

Il bello di questi siti è la loro facilità d’uso: sono davvero adatti a tutti, a chi ha più dimestichezza con la tecnologia e chi meno.

Wordpress per acconciatori
Gestire un blog di parrucchieri

Nella pratica, come ci si prende cura del proprio blog per parrucchieri?

Per prima cosa, bisogna elaborare un piano editoriale: i contenuti devono essere in linea con la tua clientela.

Se le tue clienti sono più che altro donne over 40, usa un linguaggio amichevole, ma anche più ricercato, parla di argomenti non troppo “young” e crea qualcosa di condivisibile tra amiche su Facebook.

Concentrati sui consigli di bellezza per sembrare più giovani, su ciò che andava di moda anche negli anni ’80 ’90, usa delle belle foto e copy comprensibili, non troppo entusiastici.

Viceversa, se il target è quello under 30, sii più divertente, spontaneo, carismatico.

Osa.

Con le ragazze più giovani è bello parlare di colorazioni fuori dagli schemi, di dread, accessori stravaganti per capelli, tendenze e sfide lanciate su Tik Tok con tema l’hairstyling.

Questi due esempi sono, ovviamente, solo dei suggerimenti: se il tuo pubblico è misto, puoi decidere di adottare uno stile a metà strada tra l’eccentrico e l’elegante.

Elementor per acconciatori
Le tendenze

Se vedi che i tuoi articoli hanno più successo quando rispecchiano una certa tendenza, allora quelli saranno i tuoi contenuti vincenti e quelli che seguiranno dovrebbero uniformarsi ai precedenti.

Linguaggio e contenuti devono essere in linea con il pubblico, ma anche con la tua attività: è sconsigliato parlare di particolari trattamenti SPA per i capelli se il tuo salone non li offre.

Un cliente interessato potrebbe restare deluso per il fatto di non poter usufruire di un servizio di cui hai parlato nel tuo blog.

Scrivi dei contenuti che valorizzino la tua USP, ovvero la tua proposta che rende il tuo salone diverso da tutti gli altri.

Se sei il n°1 dei capelli arcobaleno, scrivi articoli su questo argomento: chi ha lanciato la moda dei capelli arcobaleno?

Come creare l’effetto a casa?

Le 10 star più famose con i capelli arcobaleno.

Questi sono tre esempi di titoli che potrebbero interessare il tuo blog.

Se non hai idee puoi utilizzare SEMrush, uno degli strumenti migliori per fare analisi di mercato, che ti fornisce tutte le parole chiave che le tue clienti cercano su Google.

50% Off On An Additional User + SEMrush PRO Subscription!
La grafica e frequenza di pubblicazione

Linguaggio e contenuti devono adattarsi al tuo salone, ma anche la grafica: come già detto, le piattaforme di Content Management System permettono di scegliere dei modelli creati da designer ma che si possono personalizzare in fatto di colori, ordine delle applicazioni, font dei testi ecc.

Il blog deve essere ben integrato nel sito del salone di bellezza: deve mostrare gli stessi colori, font, stile di linguaggio.

Se poi prevale il colore rosso nel tuo negozio di parrucchiere, perché optare per altre nuance online?

Il tuo spazio virtuale deve sempre essere in linea con ciò che proponi nella realtà, altrimenti rischi di mandare i tuoi clienti in confusione.

Crea delle soluzioni belle da vedere e interessanti da leggere, ma anche coerenti con la tua attività.

Passiamo ora a parlare della frequenza con cui i contenuti devono essere pubblicati: questa può variare in base agli argomenti o al periodo che si sta vivendo.

Di solito, i blogger scelgono di pubblicare massimo un articolo ogni tre giorni.

Si può decidere di scriverne uno a settimana o anche più di due, ma bisogna verificare i risultati del pubblico: non sempre, infatti, bombardare gli utenti di contenuti li spinge ad apprezzare il tuo lavoro.

Devi dare loro il tempo di leggere ciò che scrivi, di interagire e condividerlo.

Se pubblichi tutti i giorni un articolo è possibile che qualcuno sfugga e hai speso tempo per niente.

D’altra parte, è bene creare degli appuntamenti più o meno fissi per fidelizzare i tuoi clienti: immagina il tuo blog come una rivista da sfogliare nel tempo libero e per trovare tanti utili consigli e articoli interessanti.

Le riviste sono mensili o settimanali e piacciono non solo per ciò che vi si legge, ma anche per la cadenza che spinge le persone ad acquistarle in edicola.

Natale, Halloween, Black Friday

Nei periodi come Natale, Halloween, Black Friday o San Valentino, proponi dei contenuti a tema.

Questo permetterà di dimostrare al pubblico la tua creatività e di condividere gli articoli sui social.

Durante le festività, le persone sono più propense ad apprezzare i contenuti che ne parlino.

Visto quanti argomenti possono essere affrontati utilizzando i giusti strumenti che il web fornisce, tra l’altro, gratuitamente?

Per concludere il discorso su cosa scrivere sul tuo blog, ricorda una semplice regola che gli esperti di marketing reputano sacra: un tuo contenuto deve attirare l’attenzione, quindi far sapere che esisti, interessare, informare, intrattenere e spingere a intraprendere un’azione.

Questi, poi, sono anche gli obiettivi dell’apertura di un blog.

Per concludere

Il blog deve permettere al tuo salone di bellezza di essere trovato da Google quando un utente effettua una determinata ricerca.

Al suo interno devi inserire solo contenuti di qualità, coinvolgenti e inerenti alla tua attività: non parlare di prodotti che non vendi o di servizi che non proponi.

Parla, piuttosto, della tua esperienza di hairstylist, delle acconciature che effettui, così come delle colorazioni e tagli di capelli, fai conoscere i tuoi obiettivi e successi, insomma, parla di te e della tua passione per le acconciature.

Ricorda di essere umano: sii brillante, proponi un problema e una soluzione, divertiti e fai divertire il pubblico. Intrattieni i lettori, ma senza mai rinunciare a fornire loro informazioni e una scrittura professionale.

Non c’è niente di peggio di un articolo pieno di ripetizioni, errori di grammatica e refusi.

Grazie a contenuti di qualità, il blog potrebbe davvero fornirti delle valide opzioni di guadagno e attirare nuovi clienti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

Iscriviti alla newsletter

Francesco La Manno

Francesco La Manno

Francesco La Manno è il punto di riferimento del digital marketing per parrucchieri. Nel 2019 e nel 2020 è stato premiato come migliore agente italiano di Schwarzkopf Professional. Nel 2020 è stato segnalato come caso di successo da Ninja Marketing e nel 2021 è diventato caso di successo della Tindaro Battaglia Academy. Ha pubblicato "Parrucchiere Digitale" e "Digital marketing per parrucchieri", la prime guide in Italia dedicate all'online marketing per hairdresser.
0 0 votes
Article Rating
8 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] più parrucchieri optano per l’apertura di un blog, specializzandosi nella stesura di articoli riguardanti il mondo dell’hair styling. […]

trackback

[…] Il sito, inoltre, potrebbe essere arricchito da una sezione destinata al blogging. […]

trackback

[…] sembrare sciocco, ma il contenuto può essere qualsiasi cosa, da stupidi post di blog su trasformazioni da incubo ed eventi affrettati a video […]

trackback

[…] per un possibile blog in cui scrivere articoli a tema che ti aiutino a farti una reputazione su internet legata al tuo […]

trackback

[…] per un possibile blog in cui scrivere articoli a tema che ti aiutino a farti una reputazione su internet legata al tuo […]

trackback

[…] questo proposito, AdEspresso offre numerose occasioni: videolezioni, una sezione blog, e anche dei veri e propri corsi ideati per approfondire diversi aspetti del marketing e […]

trackback

[…] risposte a tutti dubbi e le problematiche più comuni, Canva mette anche a disposizione una sezione blog che è utilissima per imparare non solo a sfruttare al meglio la piattaforma, ma anche ad […]

trackback

[…] Creare un proprio blog. […]

error: Content is protected !!