5 consigli per vendere online abbigliamento

vendere online abbigliamento

Indice

Avete deciso di lanciare un vostro negozio di abbigliamento online. Non c’è da stupirsi del perché. Con i negozi di abbigliamento che rappresentano un’industria da svariati miliardi di dollari all’anno, questa è sicuramente una delle nicchie più popolari dell’e-commerce. Con un fatturato che ha raggiunto i 759 miliardi di dollari nel 2021 e che, secondo le proiezioni, supererà i 1.000 miliardi di dollari entro il 2025, il potenziale di capitalizzazione per le aziende online nel settore dell’abbigliamento è notevole. Tuttavia, vendere online abbigliamento non è così semplice come acquistare un nome di dominio e lanciare un annuncio di ecommerce vincente.

Un negozio di successo dipende dalla nicchia selezionata, dal branding costruito, dalla qualità non solo dei prodotti di abbigliamento, ma anche del sito web, del servizio clienti e delle strategie di realizzazione.

Il fatto che la nicchia sia calda non significa che otterrete un accesso immediato ai potenziali clienti.

Anzi, è proprio il contrario. L’aumento della popolarità comporta una maggiore pressione per distinguere il vostro negozio dai milioni di altri già presenti sul web.

In questa guida vi guideremo nell’avvio di un’attività di abbigliamento online nel modo giusto, illustrandovi i passi essenziali che dovrete seguire per lanciare un’attività di abbigliamento online di successo.

1 – Scegliere la giusta nicchia per vendere online abbigliamento

vendere online abbigliamento

Prima di scegliere un prodotto, dovete decidere quale sia la nicchia di vendere online abbigliamento a cui volete vendere.

La scelta di una nicchia vi permetterà di scegliere i prodotti e di creare l’intero business plan delle linee di abbigliamento in base ai tipi di clienti potenziali che volete attirare e, in definitiva, vi permetterà di posizionare il vostro negozio in modo unico.

Il trucco è quello di essere molto specifici e di restringere la propria nicchia, perché questo vi permetterà di identificare e commercializzare più facilmente i vostri potenziali acquirenti. Inoltre, vi aiuterà a sviluppare la vostra linea di prodotti per attirare un particolare mercato target, il che vi permetterà di limitare la concorrenza e di migliorare le possibilità di fidelizzazione dei clienti nel lungo periodo.

Un esempio eccellente è HUMAN, un rivenditore di abbigliamento online.

In che modo si sono rivolti a questo target?

Utilizzando l’umorismo rischioso: una forma espressiva unica, che attira i cosiddetti nerd della cultura popolare.

Ed è qualcosa che attira i potenziali acquirenti di questa nicchia. Non le gonne di seta più eleganti o le scarpe firmate, ma le T-shirt, le felpe e i calzini.

Il loro sito web ha un sacco di cose belle, ma è la loro tagline che racchiude perfettamente la loro nicchia: Vesti te stesso per poterti esprimere.

2 – Scegliere i prodotti per vendere online abbigliamento

Una volta individuata la vostra nicchia di vendere online abbigliamento, è il momento di scegliere i prodotti.

Venderete camicie a maniche corte o abiti?

Il mercato dell’abbigliamento è pressoché infinito e si può essere certi che all’interno della nicchia in cui si vende ci sono tonnellate di opzioni.

Tuttavia, se siete tentati di buttarvi a capofitto nella vendita di tutto, questo può essere la vostra rovina prima ancora di iniziare.

Quando si avvia un negozio online, si consiglia sempre di iniziare in modo piccolo e lento, per poi espandere le linee man mano che si cresce.

Bow Tie

Un buon esempio è dato da uno dei nostri best seller, la signora Bow Tie.

Bow Tie si è fatta un nome vendendo papillon unici di produzione britannica.

Il successo ottenuto con un’unica linea di prodotti è stato così grande che in soli tre anni hanno aggiunto alla loro gamma cravatte, fazzoletti da taschino, fasce, bretelle e gemelli, vendendo a più di 300.000 clienti.

Supponiamo che abbiate deciso di avviare un negozio di abbigliamento online che si rivolge alla nicchia dello yoga fitness.

Invece di avere un’ampia gamma di prodotti nell’inventario proposto, limitatevi a pochi prodotti essenziali con cui iniziare.

Ogni tipo di prodotto, che sia una felpa con cappuccio o un paio di calzini, ha un ampio potenziale per affermare il vostro nuovo marchio di abbigliamento.

A cosa dovete pensare quando scegliete i prodotti. Ecco tre dei nostri migliori consigli.

Come fa la signora Bow Tie, iniziate in modo piccolo e semplice con l’elenco dei prodotti.

3 – Seguire i trend

vendere online abbigliamento

Aggiungere troppi prodotti in anticipo non solo aumenta i costi amministrativi in ogni fase del processo, dalla fotografia dei prodotti alla creazione del sito web, ma può anche aumentare le complicazioni al momento del lancio.

Le complicazioni possono avere un impatto sui servizi offerti per vendere online abbigliamento e, in quanto nuovo negozio in un mercato altamente competitivo, un eccellente servizio clienti e il software di helpdesk adatto a fornirlo, o la sua mancanza, possono fare la fortuna o la rovina della vostra attività di linee di abbigliamento.

Come tutti sappiamo, le tendenze della moda e dell’abbigliamento sono in continua evoluzione.

Scegliete fin dall’inizio un articolo stabile che possiate cambiare facilmente con il mutare degli stili, come il papillon o la camicia mostrata sopra.

Se decidete di passare a uno stile più di massa, pianificate il cambiamento di stile creando un negozio flessibile, come un ordine in dropshipping, che vi garantisca di non rimanere bloccati con scorte invendibili.

In definitiva, nel settore dell’abbigliamento i cambiamenti sono sempre in atto, quindi il successo sarà determinato dalla vostra capacità di pensare al futuro e di essere innovativi e creativi quando affrontate i cambiamenti.

Sì, all’inizio rimanete il più possibile specifici e ristretti, ma tenete d’occhio il vostro obiettivo finale.

Pensate a dove immaginate il futuro del vostro marchio di abbigliamento online e assicuratevi di mantenere l’attenzione su questo punto.

In questo modo, man mano che aggiungerete prodotti alla vostra collezione o alle vostre linee e man mano che il vostro negozio crescerà all’interno della vostra nicchia, potrete implementare prodotti nuovi o di tendenza nel vostro negozio con maggiore facilità.

4 – Valutare il modello di business per vendere online abbigliamento

Ora che conoscete la vostra nicchia e avete un’idea di quali tipi di prodotti vorreste vendere, è il momento di scegliere il modello di business per vendere online abbigliamento.

A questo punto dovrete decidere se utilizzare i produttori di abbigliamento, il white-label o se scegliere il dropshipping per la vostra attività di abbigliamento.

Ogni modello di business online ha i suoi pro e i suoi contro e la scelta deve basarsi sui vostri obiettivi generali e sul budget del vostro negozio di moda, oltre che sulle vostre competenze o sulla capacità di reclutare un team.

Diamo un’occhiata più da vicino a ciascuno di essi.

5 – Print-on-demand

Il print-on-demand è il modello di business più semplice e anche più economico per vendere online abbigliamento.

In effetti, si prevede che il solo settore delle T-shirt stampate su richiesta raggiungerà i 10 miliardi di dollari di vendite entro il 2025.

Si tratta di negozi che consentono di stampare i propri loghi e disegni su un capo di abbigliamento vuoto, in modo completamente automatico.

Questo tipo di azienda offre una grande varietà di tipi e colori ed è l’opzione più economica per gestire ordini di piccole dimensioni.

Un ottimo esempio di azienda che opera in questo modo è Printful, che è cresciuta fino a diventare un grande marchio di stampa su richiesta, introducendo tutti i tipi di nuovi prodotti e servizi, tra cui l’Activewear, oltre al magazzino e all’adempimento.

L’aspetto più negativo di questo modello è che questi tipi di negozi hanno in genere margini di profitto più bassi e offrono meno opzioni per la personalizzazione di cartellini, etichette e altre finiture.

È il modello più adatto a chi vuole creare il proprio marchio di abbigliamento e i propri modelli per creare una boutique online.

Ovvero, coloro che desiderano progettare e produrre i propri abiti e accessori.

Questo modello di business di una boutique di abbigliamento online è più adatto a chi vuole creare un’intera linea di abbigliamento da zero.

In questo caso, vi occuperete di tutto, dalla progettazione dei vestiti alla produzione e all’invio dei prodotti, tutto all’interno dell’azienda.

Altri aspetti

Il vantaggio più grande è che vendete qualcosa di altamente distintivo e potete adattarlo come volete.

Tuttavia, un’attività di cucito su misura comporta una grande quantità di gestione, poiché dovrete procurarvi e coordinarvi con i vostri modellisti e produttori, acquistare i tessuti e così via.

Ciò significa che per avviare le prime linee è necessario un budget e un tempo significativi.

In pratica, acquisterete prodotti di abbigliamento e accessori all’ingrosso, che poi venderete e promuoverete con il vostro marchio di moda.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing