Gestione ecommerce, come effettuarla al meglio

gestione e commerce

Indice

La gestione e commerce presenta enormi opportunità, non solo per i rivenditori, ma anche per gli imprenditori in erba. Vendere prodotti online non è mai stato così facile. I costi più bassi, combinati con strumenti di più facile accesso, hanno ridotto drasticamente le barriere all’ingresso. Un nome di dominio e un hosting possono costare rispettivamente da 10 a 20 euro all’anno.

Esistono numerosi shop builder per l’ecommerce con cui è possibile iniziare e non è necessario avere prodotti in magazzino.

Il dropshipping vi permette di fungere da intermediari. I clienti effettuano gli ordini sul vostro sito, mentre un produttore o un grossista si occupa dell’evasione.

Zappos, il più grande rivenditore di calzature online, con un fatturato annuo di 2 miliardi di dollari, ha iniziato proprio come drop-shipper.

Si affidava ai produttori per inviare i prodotti direttamente ai clienti. Ma ha finito per incontrare dei problemi. Il sistema dropshipping non ha mai funzionato bene.

Non avevano informazioni precise al 100% sulle scorte dei nostri fornitori e, poiché i loro magazzini erano dislocati in tutto il Paese, i tempi di consegna erano imprevedibili. Se Zappos non avesse deciso di investire nelle operazioni di magazzino, probabilmente la sua attività non avrebbe avuto il successo che ha oggi.

Gli stessi principi si applicano anche alla vostra attività di e-commerce.

Caratteristiche della gestione e commerce

gestione e commerce

Per scalare la vostra attività, dovrete investire tempo ed energie per farlo.

Ciò include modifiche critiche alle operazioni e ai processi del flusso di lavoro.

Prima di entrare nei dettagli, diamo un’occhiata allo stato attuale del settore della gestione e commerce.

Un numero sempre maggiore di consumatori sta spostando una percentuale maggiore della propria spesa online, come non accadeva da tempo.

Non è difficile capirne il motivo, vista la convenienza degli acquisti online.

Basta fare una ricerca online per trovare un negozio, aggiungere l’articolo al carrello e farselo consegnare a casa, il tutto in pochi clic e in meno tempo di quanto si impiega a preparare una tazza di caffè.

Andamento economico dell’ecommerce

Si stima che nel 2023 l‘e-commerce globale rappresenterà il 18,1% delle vendite al dettaglio del mondo.

E questo numero è destinato a crescere.

Uno sguardo alle vendite al dettaglio mondiali nel 2015 e una proiezione fino al 2023 sono i grandi numeri che dovete ricordare se state pensando di gestire un’attività della gestione e commerce.

Le vendite al dettaglio di eCommerce sono assolutamente in crescita in tutto il mondo.

E le aziende stanno prendendo provvedimenti per adeguarsi a questa tendenza.

Avviare qualsiasi tipo di attività, compresa quella di dropshipping, non è affatto semplice.

Si stima che nove startup su dieci falliscano.

Ma può anche essere immensamente gratificante vedere che i propri sforzi cominciano a essere ripagati.

Da soli, però, non si può fare molto.

L’importanza del team per la gestione e commerce

gestione e commerce

La scalata di un’attività di e-commerce richiede molto capitale umano.

Dovrete iniziare a pensare di aggiungere nuovi membri al team per monitorare operazioni specifiche e ottimizzare i processi.

Qui di seguito vediamo come si può creare un team di eCommerce, oltre a fornire suggerimenti per la gestione di un’attività di eCommerce di successo.

La gestione e commerce da soli non è sostenibile.

I ruoli da ricoprire sono troppi e le ore di lavoro insufficienti.

Con un team solido, potete moltiplicare i vostri sforzi e portare la vostra azienda a nuovi livelli.

Un direttore di eCommerce supervisiona tutte le operazioni e gestisce i compiti fondamentali per la crescita di un’azienda.

I suoi compiti comprendono lo sviluppo di piani strategici, la gestione di partnership e la presa di decisioni critiche.

Può anche avere un ruolo nella programmazione e nella supervisione delle campagne pubblicitarie.

Piattaforme ecommerce

Esistono molti strumenti per creare un negozio di gestione e commerce.

Tuttavia, se si desidera personalizzare il layout o integrare funzionalità avanzate come le opzioni di filtro, è necessario assumere uno sviluppatore web.

Questa persona, idealmente, avrà esperienza di lavoro sulla piattaforma di ecommerce che gestisce il vostro negozio e saprà scrivere codice in linguaggi come HTML e JavaScript.

Sviluppatore per la gestione e commerce

Cercate uno sviluppatore web che abbia anche esperienza nel web design e nella manutenzione del vostro software di marketing automation e CRM.

I tecnici informatici lavorano solitamente dietro le quinte, ma il loro contributo è altrettanto fondamentale.

I loro compiti comprendono la diagnosi di problemi informatici, l’installazione di nuovo hardware e la manutenzione.

Tra i compiti aggiuntivi vi sono la configurazione dei backup e l’implementazione di misure di sicurezza.

Possono anche formare i nuovi dipendenti all’uso corretto dell’infrastruttura digitale della gestione e commerce.

Il responsabile dell’inventario monitora attentamente i livelli delle scorte ed emette ordini se queste diminuiscono.

Questa persona è anche responsabile dello stoccaggio dei prodotti e di assicurarsi che arrivino a destinazione in tempo.

Il responsabile dell’inventario lavora spesso in coordinamento con il direttore dell’e-commerce per approvare gli ordini e con uno specialista IT per mantenere i dati sincronizzati con il sistema di inventario.

Il Digital Marketing Manager svolge un ruolo fondamentale nel migliorare il riconoscimento del marchio e nell’indirizzare il traffico verso le pagine dei prodotti.

È responsabile della gestione delle campagne di marketing digitale su canali quali ricerca, e-mail e social media.

Questa persona lavora spesso in coordinamento con il direttore dell’e-commerce per pianificare e progettare le campagne di marketing in base agli obiettivi in corso.

Può anche avvalersi di altri colleghi che la assistono in questi compiti. In un mondo perfetto, i clienti effettuano un ordine sul vostro sito web e sono totalmente soddisfatti dell’acquisto.

Assistenza clienti nella gestione e commerce

gestione e commerce

I marchi di gestione e commerce assumono in genere rappresentanti dell’assistenza clienti che rispondono alle chiamate, gestiscono gli ordini e i rimborsi.

Altri compiti includono la gestione dei reclami dei clienti e una pronta risposta.

È essenziale che siate ben informati sullo stato finanziario dell’azienda. I contabili hanno il compito di tenere traccia del flusso di denaro in entrata e in uscita.

Lavorano inoltre a stretto contatto con il direttore dell’e-commerce e con i responsabili dell’inventario per tenere sotto controllo i costi e impostare un budget di conseguenza.

Gli analisti aziendali raccolgono dati e lavorano a stretto contatto con il direttore dell’e-commerce per prendere decisioni strategiche fondamentali, come ad esempio i mercati in cui espandersi.

Questi individui lavorano anche per identificare e risolvere eventuali colli di bottiglia che possono ostacolare la crescita.

Il loro contributo aiuta le aziende di e-commerce ad adottare nuovi processi che potrebbero aumentare l’efficienza complessiva.

Un’azienda produttiva è, alla fine, un’azienda più redditizia.

Anche un solo ritocco nel processo in corso del vostro flusso di lavoro potrebbe fare una differenza più grande e positiva nei vostri profitti.

Fornitori nell’ecommerce

Lo sviluppo di relazioni con i fornitori richiede tempo.

Ma può fare la differenza definitiva e positiva per la vostra azienda. I buoni fornitori si rendono conto che i rapporti reciproci vanno a vantaggio anche delle loro attività.

Rivolgetevi regolarmente ai vostri fornitori, incontrandoli anche personalmente nei loro uffici, se possibile.

Chiedete loro se c’è qualcosa che potete fare da parte vostra per rendere le cose più facili per loro.

Questo potrebbe migliorare i processi del flusso di lavoro e portare a una riduzione dei costi operativi.

Assicuratevi di mantenere la comunicazione, anche quando si verificano dei problemi.

I fornitori vogliono sapere dai clienti quali problemi hanno con i loro prodotti.

Le riunioni consentono di discutere di problemi importanti con il team e di fissare gli obiettivi per i mesi successivi.

Ma se non avete creato una politica sulle riunioni, queste potrebbero costare alla vostra azienda anche molto denaro.

La chiave per avere riunioni più produttive è la creazione di un ordine del giorno, che indichi tutti gli argomenti da discutere e i risultati desiderati.

Evitate di perdere tempo con la pianificazione via e-mail utilizzando un calendario di Google integrato nel software di gestione delle attività che state utilizzando.

In questo modo, potrete facilmente programmare le riunioni e inviare gli inviti al vostro team.

Feedback nella gestione e commerce

Dare un feedback costruttivo è fondamentale per il continuo sviluppo del vostro team.

Dà loro la possibilità di imparare dai propri errori e di evitare potenziali malintesi.

Ma il feedback funziona anche in entrambe le direzioni. Incoraggiate i vostri dipendenti a fornire feedback e ascoltate ciò che hanno da dire.

Ogni volta che non utilizzate le capacità di ascolto e non prestate attenzione all’altra persona mentre parla, la fate sentire priva di valore e di importanza.

Se il vostro team è remoto, utilizzate strumenti di collaborazione come Slack o GoToMeeting per facilitare le comunicazioni con il vostro team e LastPass per condividere facilmente le password con i dipendenti.

Sapere dove va il tempo nel vostro team.

Sono finiti i tempi in cui ci si limitava a contare gli orologi e a registrare le entrate e le uscite, o a prendere nota di una giornata di otto ore.

Questo tipo di dati non vi dice molto.

Scegliete invece uno strumento di tracciamento del tempo online, che vi consente di tenere traccia di progetti, budget e altro ancora, fornendovi il tipo di business intelligence che vi aiuta a prendere decisioni intelligenti ogni giorno.

Con il giusto strumento di tracciamento del tempo, potrete assicurarvi che i progetti rispettino il budget, che i vostri team si attengano alle attività e che possiate vedere in tempo reale i dati relativi al lavoro svolto.

Ottenere successo nella gestione e commerce

gestione e commerce

Il commercio elettronico è destinato a crescere in modo significativo nei prossimi anni.

Ma la semplice creazione di un negozio online non è una garanzia di aumento delle entrate.

È necessario impegnarsi per far crescere l’attività.

I test sono l’unico modo per sapere se ogni modifica apportata funziona o meno.

Una tecnica popolare è l’A/B testing: dividere il traffico tra due varianti della pagina e confrontare i risultati.

Vediamo un esempio che dimostra quanto possa essere potente l’A/B testing.

Grene, un’azienda di gestione e commerce polacca che vende prodotti agricoli, riprogetta il suo Mini Cart e raddoppia le vendite.

Uno dei consigli per far crescere un’attività di ecommerce di successo è provare i test A/B.

Considerate i test A/B per sviluppare un’attività di ecommerce di successo.

Alcune modifiche apportate comprendono l’aggiunta di un pulsante CTA (Call-to-Action) nella parte superiore del Mini-Cart e l’aumento delle dimensioni.

I test non sono un evento unico.

Eseguite test su tutto, dalle modifiche al layout alle descrizioni dei prodotti alle immagini, per vedere cosa funziona e cosa no.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!
Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing