Gli 11 migliori siti di e-commerce del 2022

elenco siti e commerce

Indice

I siti web di mercato hanno continuato ad attirare venditori di eCommerce da ogni angolo del mondo. Dopo tutto, non c’è modo migliore di raggiungere un pubblico vasto e impegnato che vendere su questi siti. Tuttavia, nonostante i vantaggi della vendita online tramite marketplace, è importante prendere in considerazione fattori come le spese di transazione e le commissioni per scegliere la piattaforma migliore per voi. Di seguito, daremo un’occhiata ad alcuni dei migliori elenco siti e commerce che potreste prendere in considerazione per incrementare la vostra attività. Potrete scegliere tra un bel mix, compresi i marketplace che si concentrano su nicchie particolari, come l’arredamento e la tecnologia.

1 – Amazon elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

Non sorprende che Amazon si aggiudichi il primo posto nell’elenco siti e commerce, grazie al volume delle sue entrate e delle sue vendite.

Si dice che l’azienda venda più di 400 prodotti al minuto, offrendo ai venditori un pubblico prigioniero e altamente motivato per le loro vendite.

Per vendere su Amazon è necessario iscriversi ai piani Individuale o Professionale.

Il piano Individuale non prevede costi di iscrizione, ma richiede il pagamento di 99 centesimi per ogni articolo venduto (più le spese di vendita aggiuntive).

Il piano Professionale, che costa 39,99 dollari al mese, più le spese di vendita aggiuntive, è il migliore se volete vendere più di 40 unità al mese e promuovere i vostri prodotti.

Nel complesso, Amazon è il miglior sito di mercato per far conoscere i propri prodotti a un pubblico vasto e globale.

2 – Ebay

elenco siti e commerce

Con circa 187 milioni di utenti attivi e una portata globale, eBay rimane uno dei migliori elenco siti e commerce per vendere qualsiasi tipo di prodotto su Internet.

Su eBay i venditori possono offrire agli acquirenti quasi tutto, da scarpe e vestiti a bottiglie d’aria.

Per mantenere una buona valutazione del venditore è necessario sviluppare la propria pagina eBay, creare inserzioni ottimizzate per attirare gli acquirenti e comunicare regolarmente con i clienti.

È disponibile un’utile Guida rapida per i principianti in cerca di assistenza per sfruttare la piattaforma.

Per esempio, è prevista una tariffa di inserzione non rimborsabile per ogni articolo che si desidera vendere. Inoltre, è necessario pagare la tassa sul valore finale di eBay (che varia dal 10% al 12% del totale delle vendite).

3 – Handshake elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

Handshake è un elenco siti e commerce che mette in contatto i venditori online che vendono prodotti all’ingrosso con i rivenditori.

Sia i negozi fisici che i rivenditori online fanno acquisti sulla piattaforma.

Quindi, se il vostro marchio vende all’ingrosso prodotti unici, in categorie come gioielli, animali domestici, fitness e yoga, inviate una richiesta di vendita a Handshake Marketplace.

La particolarità di Handshake è che si integra direttamente con Shopify.

Questa funzionalità consente ai grossisti di tenere traccia delle vendite, gestire l’inventario ed evadere gli ordini in un unico luogo.

Di conseguenza, Handshake è molto più efficiente dei siti web di marketplace tradizionali che richiedono una manutenzione manuale e troppi fogli Excel e download di CSV.

Prendete quel vecchio portatile che non viene quasi più usato.

O una console per videogiochi che prende polvere in soffitta.

4 – Swappa elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

Riscattate i vostri dispositivi in contanti su Swappa, il mercato online per comprare e vendere tutto ciò che è tecnologico.

Le persone si fidano di Swappa perché non accetta rifiuti, il che significa che tutto ciò che vendete deve essere funzionante. L’azienda controlla ogni articolo venduto sul suo elenco siti e commerce e consente ai clienti di pagare in modo sicuro tramite PayPal.

È possibile inserire un articolo gratuitamente su Swappa, ma se si desidera essere messi in evidenza, ad esempio con annunci, è necessario pagare una tariffa di 5 dollari.

Una volta venduto un oggetto, acquirenti e venditori pagano un piccolo 3% ciascuno.

Swappa ha una delle tariffe più basse del mercato, quindi otterrete molte più vendite dal vostro mercato.

5 – Chairish

Chairish è un elenco siti e commerce incentrato sull’arredamento che consente alle aziende e ai privati di vendere decorazioni per la casa, accessori, illuminazione, opere d’arte e mobili di alta qualità.

Il sito offre ai clienti prodotti di tendenza e nuove aggiunte, consentendo loro di acquistare pezzi contemporanei per le loro case.

Per inserire i propri articoli su Chairish bastano un paio di minuti.

È possibile inserire un articolo gratuitamente, anche se circa il 20%-30% del prezzo di vendita viene dato a Chairish come commissione.

Sebbene sia possibile utilizzare Chairish gratuitamente, esiste un piano d’élite a 149 dollari al mese.

Per iscriversi a questo piano, dovrete far approvare tutti i vostri articoli dal team curatoriale di Chairish.

Il team si occuperà di modificare le foto, gestire la consegna e la logistica per conto dell’utente e assisterlo nel coinvolgere gli acquirenti nel piano Elite, quindi può valerne la pena se si tratta di un venditore di mobili ad alto volume.

6 – Ruby Lane elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

Ruby Lane è il più recente ingresso nel mondo dei elenco siti e commerce.

La piattaforma compete principalmente con Etsy, mettendo in contatto venditori e acquirenti di oggetti unici e vintage.

Ruby Lane dispone di un “Hotspot per collezionisti” in cui promuove gli articoli più venduti in varie categorie come gioielli, mobili, moda e arte.

L’azienda consente ai venditori di collegare le loro vendite a particolari categorie e di caricare una serie di foto per ogni articolo.

Le tariffe per i venditori su Ruby Lane sono piuttosto semplici.

Potrete inserire i vostri prodotti gratuitamente, ma dovrete pagare una tariffa di servizio mensile che varia a seconda del numero di articoli inseriti.

Ruby Lane non applica commissioni mensili se il venditore inserisce almeno 15 articoli al mese. Tuttavia, viene addebitato un costo di servizio del 9,9% per ogni vendita effettuata.

7 – Poshmark elenco siti e commerce

Poshmark

Introdotto per la prima volta nel 2011, Poshmark è un elenco siti e commerce dove gli utenti di Stati Uniti, Canada e Australia possono acquistare e mettere in vendita prodotti lifestyle.

Le categorie di Poshmark includono abbigliamento, arredamento, prodotti di bellezza e altro ancora.

È anche possibile elencare i propri articoli per marca o creare collezioni di vendita.

Poshmark è popolare tra gli acquirenti e i venditori grazie alla trasparenza dei prezzi e all’ottimo servizio clienti.

L’azienda applica una commissione fissa di 2,95 dollari per ogni vendita di valore pari o inferiore a 15 dollari.

Se si vendono oggetti di valore superiore a 15 dollari, si trattiene l’80% del prezzo di vendita, mentre il resto va a Poshmark come commissione.

Con oltre 80 milioni di utenti registrati in tutto il mondo, Poshmark è un ottimo strumento per trovare nuovi clienti.

8 – Decluttr elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

Decluttr è un elenco siti e commerce che consente ai venditori di vendere vari articoli tecnologici come computer, CD, iPod, tablet e console di gioco.

Il marketplace offre un’esperienza eccellente per i clienti, che possono ordinare i prodotti per categoria o marca.

Decluttr è leggermente diverso dagli altri marketplace di questa lista. Invece di pubblicizzare i vostri prodotti ai clienti, vendete i vostri articoli direttamente a Decluttr, che li commercializza ai clienti per il proprio profitto.

Utilizzando l’app dell’azienda, i venditori scansionano un codice a barre sull’articolo che desiderano vendere e ricevono in cambio un prezzo equo.

Decluttr gestisce tutte le spese di spedizione e paga gli articoli una volta ricevuti.

Se volete evitare i grattacapi del marketing e della logistica, Decluttr potrebbe essere l’opzione ideale.

Leader nel mercato dei mobili, dell’arredamento e degli articoli per la casa, Wayfair è il luogo ideale per vendere un’ampia varietà di prodotti.

L’azienda ha più di 11 milioni di utenti attivi e vanta una media di incassi molto elevata, pari a circa 230 dollari per transazione.

9 – Wayfair

elenco siti e commerce

Per i venditori, Wayfair offre un modello di dropshipping semplice, con venditori terzi elencati come partner come elenco siti e commerce.

Quando qualcuno acquista un articolo nell’app Wayfair o sul sito web, l’articolo viene inviato al magazzino del venditore, che ha il compito di imballarlo e spedirlo.

Tuttavia, Wayfair si fa carico delle spese di spedizione. Wayfair non riscuote commissioni, né prende una percentuale sulle vendite dei partner.

Al contrario, l’azienda paga l’intero costo all’ingrosso degli articoli ai partner e poi stabilisce i prezzi più alti per i clienti.

Wayfair organizza anche eventi di vendita propri, come il Way Day, che è la sua versione delle vendite dell’Amazon Prime Day.

È un’ottima opzione per gli articoli di arredamento di nicchia che potrebbero essere troppo costosi per gli altri marketplace.

10 – Shopify elenco siti e commerce

elenco siti e commerce

I commercianti di Shopify possono sincronizzare il loro inventario, promuovere i prodotti e trovare nuovi clienti su Marketplace, grazie alla partnership di Facebook con Shopify.

Offre ai venditori un’enorme opportunità di raggiungere un pubblico di riferimento.

Più di un terzo della popolazione utilizza la piattaforma ogni mese, il che significa che quando si mettono in vendita i propri prodotti.

11 – Offerup

Offerup

Se volete rivolgervi a persone che vivono vicino a voi, Offerup potrebbe essere un’opzione eccellente come elenco siti e commerce.

Sarete felici di sapere che Offerup dispone di procedure di sicurezza molto solide.

Prima di accettare un incontro, è possibile esaminare i profili delle persone e leggere le recensioni degli acquirenti. Inoltre, Offerup consiglia i luoghi di incontro nella vostra comunità, in modo da rendere le transazioni il più semplice e sicuro possibile.

Ogni proprietario di un negozio di e-commerce deve documentarsi sui vari siti web di marketplace, indipendentemente dal fatto che si vendano prodotti su misura o si gestisca un negozio in dropshipping.

Spesso possono aiutare una nuova attività a decollare, offrendo eccellenti opportunità di marketing e un pubblico integrato di acquirenti desiderosi.

Utilizzate i suddetti marketplace come canali di vendita complementari, utilizzando il vostro negozio online come base digitale.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!
Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing