Quanto conosci veramente del coworking?

co-working

Indice

Coworking è un termine usato per descrivere un’organizzazione del lavoro in cui persone di diversi brand e aziende si riuniscono per lavorare nello stesso spazio condiviso. I primi spazi di co-working cominciarono ad apparire nei primi anni 2000 e attirarono soprattutto liberi professionisti e imprenditori di Internet che cercavano un’alternativa al lavoro in bar, centri commerciali e uffici domestici. Da allora, il coworking è diventato un fenomeno globale e di marketing, e il co-working si è evoluto per stare al passo con il nostro modo di lavorare.

Nel 2019, c’erano circa 19.000 spazi di co-working in tutto il mondo.

Oggi sono utilizzati da tutti, dalle persone che lavorano in remoto a interi team aziendali.

co-working

co-working, cos’è?

In poche parole, il co-working un ambiente progettato per ospitare persone di diverse aziende che vengono a lavorare. Uno spazio di coworking è caratterizzato da strutture, servizi e strumenti condivisi.

Questa condivisione di infrastrutture aiuta a distribuire i costi di gestione di un ufficio tra i partecipanti, ma gli spazi di coworking sono più di un modo per tagliare le spese generali.

Gli spazi di coworking sono centri di comunità, centri di collaborazione e spazi sociali dove i dipendenti di tutti i ceti sociali possono riunirsi per condividere competenze ed esplorare nuove idee.

Le radici comuni degli spazi di co-working possono essere fatte risalire ai primi “spazi hacker” in Europa, e gli spazi di co-working di oggi mantengono una forte dimensione sociale.

Riduzione degli spazi

Più recentemente, gli spazi di co-working sono stati utilizzati anche da grandi aziende che cercano di ridurre lo spazio inutilizzato negli uffici, di allontanarsi dalle sedi tradizionali e di adottare modi più flessibili di lavorare.

Gli spazi di co-working sono un modo per le aziende in crescita di espandersi in nuovi territori e acquisire nuovi pool di talenti senza rischiare contratti di locazione a lungo termine.

Essi forniscono un luogo conveniente per i nuovi dipendenti remoti per continuare a incontrarsi e collaborare con i colleghi senza dover viaggiare troppo lontano.

co-working, l’inizio

Precursori dei moderni spazi di co-working, questi spazi gestiti dalla comunità attiravano programmatori, scienziati e sviluppatori di software e fungevano da hub per condividere nuove idee, confrontare il codice e ospitare eventi e workshop della comunità.

Uno dei computer portatili più potenti della sua epoca, questo dispositivo manteneva i dipendenti produttivi in movimento.

L’iconico e colorato design a conchiglia era una vista comune nelle caffetterie, negli uffici e ovunque i freelance si riunissero per lavorare.

Situata in una fabbrica fatiscente, la Schraubenfabrik era un ufficio condiviso a pianta aperta che ha alimentato la crescita di una comunità di startup, freelance e architetti prima che il termine “coworking” diventasse mainstream.

La Schraubenfabrik esiste ancora oggi e si definisce con orgoglio la “madre del coworking”.

co-working, esempi

Quando l’architetto e designer Neil Goldberg non è riuscito a trovare un acquirente per il suo magazzino nella Bay Area, ha trasformato l’edificio nel club di lavoro Gate 3, uno spazio comune per i lavoratori remoti delle aziende internet che operano a San Francisco e dintorni.

L’ingegnere informatico Brad Neuberg ha sviluppato un nuovo tipo di spazio di lavoro condiviso che riunisce i singoli dipendenti in un ambiente più sociale e produttivo di un ufficio domestico.

Ha lanciato uno spazio di co-working a San Francisco a Spiral Muse, un collettivo femminista nel Mission District.

Con il ridimensionamento delle aziende e l’aumento della perdita di posti di lavoro, un numero record di lavoratori si è rivolto al lavoro autonomo, cambiando il panorama dell’occupazione.

Questi incontri improvvisati hanno formato la base per quello che poi è diventata la Global Coworking Unconference Conference.

Alla fine dell’anno, c’erano circa 160 spazi di coworking nel mondo.

WeWork

Lo spazio di co-working di 3.000 piedi quadrati all’angolo di Lafayette Street aveva un’estetica industriale, pavimenti in legno duro e mattoni a vista, elementi di design iconici che si possono ancora vedere in molte sedi WeWork nel mondo.

All’epoca, c’erano circa 2.500 spazi di co-working nel mondo.

Oggi, ci sono 43 edifici WeWork nella capitale britannica.

A New York, l’azienda ha lanciato la sua prima palestra e centro fitness nel suo spazio di co-working all’85 di Broad Street.

co-working, le ragioni economiche

La continua crescita del numero di spazi di co-working nelle città di tutto il mondo è dovuta a una serie di fattori diversi.

Alcuni di questi sono economici.

La crisi finanziaria del 2008 ha portato a un boom di nuovi imprenditori autonomi e freelance, molti dei quali avevano bisogno di un posto per lavorare e collaborare diverso dal salotto di casa.

La pandemia COVID-19 ha scosso di nuovo le cose, accelerando la tendenza del lavoro da casa mentre le restrizioni di distanziamento sociale frenano i ritorni in ufficio.

Ora, dato che i lavoratori chiedono più flessibilità su come e dove svolgono il loro lavoro, l’ufficio tradizionale viene reinventato come centro di collaborazione, spazio creativo e luogo di lavoro ibrido.

Il coworking può essere un salvavita per i singoli dipendenti, ma gioca anche un ruolo importante nella strategia di qualsiasi azienda e parrucchieri per passare a modi di lavoro più flessibili.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei benefici chiave dello spazio di co-working.

co-working

I vantaggi

La maggior parte degli spazi di co-working non richiede contratti a lungo termine.

Invece, i freelance e le startup possono approfittare di termini di locazione più brevi e di termini flessibili di pagamento a consumo, che contribuiscono a renderli abbordabili per le giovani aziende agli inizi.

Gli spazi di co-working sono stati creati per aiutare i primi imprenditori del web a sfuggire alla fatica e all’isolamento del lavoro da casa, e mentre si sono evoluti per giocare un ruolo più ampio, sono ancora spazi molto sociali per loro natura.

Il coworking ti mette in contatto con un gruppo di professionisti che la pensano come te.

Questo va di pari passo con l’aspetto della comunità di coworking di cui abbiamo parlato sopra.

Quando condividi uno spazio fisico con i dipendenti del tuo settore e non solo, sblocchi potenziali opportunità, costruisci forti relazioni e formi forti legami con nuovi amici.

Aumento della produttività

Condividere uno spazio di co-working con un gruppo di colleghi motivati è un modo sicuro per aumentare la tua produttività.

Non solo è più difficile rilassarsi quando c’è qualcuno intorno, ma il tragitto fisico verso il posto di lavoro aiuta a regolare i tuoi orari. Siamo più creativi quando siamo tra altre persone.

Che tu sia nell’industria creativa o che tu abbia solo bisogno di una soluzione diversa a un problema complesso, connettersi con amici e colleghi aiuta a dare il via a nuovi processi di pensiero e a presentare prospettive e idee che non avevi considerato.

Ruduzione dei costi

Uno dei principali vantaggi del coworking è una maggiore efficienza dei costi.

Condividendo cose come uffici, servizi di front desk, Internet e stampanti con dipendenti di altre aziende, le imprese con un budget possono evitare i costi di manutenzione e tagliare molti dei soliti costi generali associati agli affitti di proprietà a lungo termine.

Naturalmente, il co-working non è adatto a tutti i tipi di imprese.

Gli aspetti negativi

Diamo un’occhiata ad alcuni dei potenziali lati negativi del passaggio al co-working e al modo migliore per mitigarli.

I membri dello spazio di coworking tendono ad avere poco da dire sulla forma, il design e il layout dell’ufficio.

Quello che si vede di solito è quello che si ottiene, quindi se uno spazio di coworking è troppo piccolo per le vostre esigenze o non ha esattamente le utilità di cui la vostra azienda ha bisogno, è necessario cercare una soluzione migliore.

Se sei una grande azienda o lavori su progetti sconosciuti o con dati sensibili degli utenti, ovviamente non puoi avere estranei in giro a sbirciare negli schermi e a sfogliare le stampe delle fotocopiatrici.

Gli spazi di coworking sono centri sociali guidati dalla comunità che prosperano sulla collaborazione, ma questo può significare meno privacy per coloro che ci lavorano.

Molti spazi di coworking non permettono ai marchi aziendali di essere esposti nell’ufficio condiviso, quindi se stai cercando di fare una buona prima impressione con nuovi clienti o potenziali dipendenti, le tue opzioni sono limitate.

C’è una soluzione migliore per le grandi aziende che hanno bisogno della flessibilità e dello spazio di co-working che desiderano senza rinunciare alla privacy o al controllo.

Personalizzazione

WeWork ha uffici privati separati in città di tutto il mondo che possono essere personalizzati per adattarsi a come opera il tuo business.

Inoltre, le soluzioni di ufficio complete presentano servizi di prima classe disponibili solo per te, oltre a cabine telefoniche per la privacy, eleganti sale conferenze e un design scalabile per 100 o più dipendenti.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing