Bitcoin, tutta la verità su questa criptovaluta

Bitcoins mining

Indice

Il Bitcoins mining (BTC) è una criptovaluta, una moneta virtuale progettata per funzionare come denaro e come forma di pagamento, al di fuori del controllo di qualsiasi individuo, gruppo o organizzazione, eliminando così la necessità di un coinvolgimento di terzi nelle transazioni finanziarie. Viene assegnato ai minatori della Blockchain per il lavoro svolto nella verifica delle transazioni ed è disponibile per l’acquisto su più borse.

Quando nasce il Bitcoins mining?

Bitcoins mining

Il Bitcoin è stato introdotto al pubblico nel 2009 da uno sviluppatore anonimo o da un gruppo di sviluppatori con il nome di Satoshi Nakamoto.

Da allora è diventata la criptovaluta più famosa al mondo.

La sua popolarità ha ispirato lo sviluppo di molte altre criptovalute.

Queste criptovalute stanno cercando di sostituirla come sistema di pagamento, oppure vengono utilizzate come token di utilità o di sicurezza su altre blockchain e tecnologie finanziarie emergenti.

Scoprite di più sulla criptovaluta che ha dato il via a tutto: la storia, il funzionamento, le modalità di acquisto e l’uso che se ne può fare.

Il Bitcoins mining, lanciato nel 2009, è la criptovaluta più grande al mondo per capitalizzazione di mercato.

Dove vengono creati i Bitcoins mining?

A differenza delle valute fiat, i bitcoin vengono creati, distribuiti, scambiati e conservati utilizzando un sistema di registro decentralizzato noto come blockchain.

Bitcoin e il suo libro mastro sono protetti dal consenso Proof-of-Work (PoW), che è anche il processo di “mining” per introdurre nuovi Bitcoin nel sistema.

La storia dei Bitcoins mining come riserva di valore è stata volatile; nella sua relativamente breve esistenza ha attraversato diversi cicli di boom-and-bust.

Come prima moneta virtuale decentralizzata a raggiungere un’ampia adozione e successo, il bitcoin ha ispirato una serie di altre criptovalute.

Nell’agosto 2008 è stato registrato il dominio bitcoin.org.

Oggi, almeno, questo dominio è protetto da WhoisGuard, il che significa che l’identità dell’individuo che lo ha registrato non è disponibile al pubblico.

Nell’ottobre 2008, un individuo o un gruppo che utilizzava la falsa identità di Satoshi Nakamoto ha annunciato la mailing list di crittografia su metzdowd.com: “Sto lavorando a un nuovo sistema di denaro elettronico che è interamente peer-to-peer, senza terze parti fidate”.

Questo ormai famoso whitepaper, pubblicato su bitcoin.org e intitolato Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System, era presumibilmente la Magna Carta del modo in cui bitcoin funziona oggi.

L’estrazione del primo blocco di Bitcoins mining

Bitcoins mining

Il 3 gennaio 2009 è stato estratto il primo blocco di bitcoin, il blocco 0. Questo blocco è noto anche come “la genesi”.

Questo blocco è noto anche come “blocco della genesi” e contiene il testo: “Times 03/Jan/2009 The chancellor is about to announce the second bailout of banks”, forse prova del fatto che il blocco è stato estratto in questa data o successivamente, o forse anche come commento politico.

La ricompensa dei Bitcoins mining viene dimezzata ogni 210.000 blocchi.

Ad esempio, nel 2009 la ricompensa di un blocco era di 50 nuovi bitcoin.

L’11 maggio 2020 si è verificato un terzo dimezzamento, che ha ridotto la ricompensa per blocco a 6,25 bitcoin.

Un bitcoin è divisibile fino a otto cifre decimali (100 milionesimi di un bitcoin); questa unità più piccola è chiamata satoshi.

Se necessario, e se i minatori partecipanti sono d’accordo con la modifica, il Bitcoin può essere reso divisibile fino a un numero ancora maggiore di cifre decimali.

Forma di denaro digitale

Il Bitcoin, come forma di denaro digitale, non è eccessivamente complesso da capire.

Ad esempio, se si possiedono dei Bitcoin, è possibile inviarne piccoli pezzi a un portafoglio di criptovalute per pagare beni o servizi.

Tuttavia, le cose si complicano quando si cerca di capire come funziona.

L’8 gennaio 2009 è stata annunciata la prima release del software Bitcoin alla mailing list di crittografia e il 9 gennaio 2009 è stato estratto il blocco uno, dando inizio al mining di Bitcoin.

Le criptovalute fanno parte di una blockchain e delle reti necessarie per supportarla.

Una blockchain è un libro mastro distribuito, un database condiviso in cui vengono memorizzati i dati. I dati di una blockchain sono protetti con metodi crittografici.

Quando si verifica una transazione in una blockchain, le informazioni contenute in un blocco precedente vengono copiate in un nuovo blocco con i nuovi dati, crittografati, e la transazione viene verificata dai validatori – chiamati minatori – della rete.

Quando la transazione è verificata, viene aperto un nuovo blocco e viene creato un bitcoin, che viene dato come ricompensa ai minatori che hanno verificato i dati all’interno del blocco, che sono poi liberi di usare, conservare o vendere.

Blockchain e Bitcoins mining

Bitcoins mining

Bitcoins mining utilizza l’hashing SHA-256 per criptare i dati memorizzati all’interno dei blocchi di una blockchain.

In parole povere, i dati delle transazioni memorizzati all’interno del blocco vengono crittografati con un numero esadecimale di 256 bit.

Questo numero contiene tutti i dati delle transazioni e le informazioni associate ai blocchi precedenti al blocco stesso. I collegamenti di dati tra i blocchi sono ciò che porta a un libro mastro chiamato blockchain.

Le transazioni vengono messe in coda per essere verificate dai minatori all’interno della rete.

I minatori della rete blockchain bitcoin cercano di verificare la stessa transazione contemporaneamente.

Il software e l’hardware di estrazione lavorano per risolvere un nonce, un numero di quattro byte incluso nell’intestazione di un blocco, che i minatori cercano di risolvere.

L’intestazione del blocco viene sottoposta a hashing, ovvero a ripetuti ricicli casuali, da parte di un minatore fino a quando non soddisfa il numero target specificato dalla blockchain.

L’intestazione del blocco viene “risolta” e viene creato un nuovo blocco per consentire la crittografia e la verifica di ulteriori transazioni.

Il mining di Bitcoin

Per il Bitcoins mining è possibile utilizzare un’ampia gamma di hardware e software.

Quando il Bitcoin è stato lanciato, il mining era possibile in modo competitivo sui personal computer.

Tuttavia, con l’aumentare della popolarità, un maggior numero di minatori si è unito alla rete, riducendo le possibilità di essere l’unico a risolvere un hash.

È ancora possibile utilizzare un personal computer come minatore, purché dotato dell’hardware più recente, ma le possibilità di risolvere un hash da soli sono minime.

Questo perché si è in competizione con una rete di minatori che producono circa 220 quintilioni (22oxa hash) di hash al secondo.

Le macchine, chiamate circuiti integrati specifici per le applicazioni (ASIC), sono costruite solo per il mining e possono produrre circa 255 quadrilioni di hash al secondo. In confronto, i computer con hardware recente generano circa 100 megahash al secondo (100 milioni).

Minatori di Bitcoins mining

Bitcoins mining

Per diventare un minatore di Bitcoin di successo, ci sono alcune opzioni.

È possibile utilizzare un personal computer esistente, eseguire un software di mining compatibile con Bitcoins mining e unirsi a un pool di mining.

I pool di mining sono gruppi di minatori che uniscono la loro potenza di calcolo per competere con le grandi farm di mining ASIC.

L’adesione a un pool aumenta le possibilità di ottenere ricompense, ma le ricompense sono notevolmente ridotte poiché sono condivise.

Se avete i mezzi finanziari necessari, potreste anche acquistare un miner ASIC.

Di solito è possibile trovarne uno nuovo per circa 20.000 dollari, ma anche quelli usati vengono venduti dai minatori quando aggiornano i loro sistemi.

Ci sono alcuni costi importanti, come l’alimentazione e il raffreddamento, che devono essere considerati se si acquista uno o più ASIC.

Esistono alcuni programmi di mining tra cui scegliere e molti pool a cui è possibile aderire.

I due programmi più noti sono cgminer e bfgminer.

Quando si sceglie un pool, è importante scoprire come vengono pagate le ricompense, quali sono le eventuali commissioni e leggere alcune recensioni sui pool di mining.

Acquistare il Bitcoins mining

Se non si vuole minare Bitcoin, è possibile acquistarlo utilizzando gli exchange di criptovalute.

La maggior parte delle persone non sarà in grado di acquistare un bitcoin intero a causa del suo prezzo, ma è possibile acquistare porzioni di bitcoin in valute fiat come i dollari presso questi exchange.

Ad esempio, è possibile acquistare Bitcoin da Coinbase creando un conto e finanziandolo.

È possibile finanziare il conto utilizzando un conto bancario, una carta di credito o una carta di debito.

Il Bitcoin è stato originariamente progettato e rilasciato come metodo di pagamento peer-to-peer.

Tuttavia, il suo utilizzo sta crescendo a causa dell’aumento del suo valore e della concorrenza di altre blockchain e criptovalute.

Per utilizzare il bitcoin, è necessario possedere un portafoglio di criptovaluta.

Un portafoglio contiene le chiavi private dei Bitcoin in vostro possesso, che devono essere inserite ogni volta che si effettua una transazione.

Forma di pagamento del Bitcoins mining

criptovaluta

Il Bitcoin è accettato come forma di pagamento per beni e servizi da molti commercianti, rivenditori e negozi.

I negozi fisici che accettano le criptovalute di solito espongono un cartello con la scritta “Qui si accettano i Bitcoin”; le transazioni possono essere gestite tramite gli appositi terminali hardware o mostrando l’indirizzo di un portafoglio tramite codici QR e applicazioni touch screen.

Un’azienda online può accettare facilmente i bitcoin aggiungendo l’opzione di pagamento alle altre opzioni di pagamento online: carte di credito, PayPal, ecc.

El Salvador è stato il primo Paese ad accettare formalmente il Bitcoins mining come moneta legale nel giugno 2021.

Gli investitori e gli speculatori si sono interessati al Bitcoin grazie alla sua crescente popolarità.

Tra il 2009 e il 2017 sono nati gli scambi di criptovalute per facilitare la vendita e l’acquisto di Bitcoin.

I prezzi di Bitcoins mining

I prezzi hanno iniziato a salire e la domanda è cresciuta lentamente fino al 2017, quando ha superato i 1.000 dollari.

Molti credevano che i prezzi del bitcoin avrebbero continuato a salire e hanno iniziato ad acquistarlo per conservarlo.

I trader hanno iniziato a utilizzare gli scambi di criptovalute per il trading a breve termine e il mercato è decollato.

Gli investitori speculativi sono stati attratti dal bitcoin in seguito all’aumento vertiginoso del prezzo negli ultimi anni.

Il 31 dicembre 2019 il Bitcoin aveva un prezzo di 7.167,52 dollari e un anno dopo il suo valore è aumentato di oltre il 300%, raggiungendo i 28.984,98 dollari.

Ha continuato il suo rally per tutta la prima metà del 2021, raggiungendo un massimo storico di oltre 69.000 dollari nel novembre 2021, per poi scendere nei mesi successivi e attestarsi intorno ai 40.000 dollari.

Il prezzo massimo di tutti i tempi dei bitcoin è stato di 69.000 dollari, raggiunto il 9 novembre 2021.

Molti acquistano quindi i bitcoin per il loro valore di investimento, non perché possano servire come mezzo di scambio. Tuttavia, l’assenza di un valore garantito e la natura digitale fanno sì che l’acquisto e l’utilizzo comportino alcuni rischi intrinseci.

I rischi

Ad esempio, la Securities and Exchange Commission (SEC), la Financial Industry Regulatory Authority (FINRA) e il Consumer Financial Protection Bureau (CFPB) hanno emesso numerosi avvisi agli investitori sugli investimenti in bitcoin.

Rischi normativi: La mancanza di una regolamentazione unificata sul Bitcoin (e su altre valute virtuali) ha sollevato dubbi sulla sua longevità, liquidità e generalizzabilità.

Rischio di sicurezza: La maggior parte degli individui che possiedono e utilizzano il Bitcoin non ha ottenuto i propri token tramite operazioni di mining.

Piuttosto, acquistano e vendono Bitcoins mining e altre valute digitali nei popolari mercati online noti come scambi di criptovalute.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing