Babyliss 9000 Cordless: tutto quello che devi sapere su questa piastra senza filo

piastra Babyliss onde

Indice

Trovare una piastra per capelli ricci non è un compito facile – queste piastre portatili potrebbero essere un serio concorrente? Lisciare i capelli ricci può essere problematico. Il calore dovrebbe essere abbastanza caldo da rompere i legami idrogeno in ogni ciocca, ma non così caldo da rovinare permanentemente i tuoi ricci. Secondo uno studio recente, temperature di 220°C e più causano un cambiamento significativo nel modello del riccio, impedendo che ritorni alla sua forma originale dopo il lavaggio. Per questo ho deciso di parlarti della piastra Babyliss onde.

Tuttavia, mentre molte donne ricce vogliono essere in grado di portare i capelli ricci o lisci, sicuramente non vogliono che i nostri strumenti riscaldati funzionino peggio, quindi poco dopo averli stirati, i tuoi ricci diventano crespi e puoi vedere i tuoi capelli.

I ricci cominciano lentamente a galleggiare in superficie.

Questo porta solo alla necessità di lisciarli di nuovo, e con i capelli ricci che di solito sono secchi e fragili per natura, meno calore c’è meglio è.

Tutto questo rende la ricerca della piastra per ricci perfetta un must, ma può essere anche un campo minato.

C’è da chiedersi quale tipo di piastra funzioni meglio.

Quelli con capelli spessi o afro-textured probabilmente preferiranno il titanio in quanto si riscalda rapidamente, diventa abbastanza caldo, e contiene ioni negativi per ridurre l’elettricità statica, trattenere l’umidità e rendere i capelli lucidi e ultrasottili.

Le piastre in ceramica, al contrario, sono più delicate sui capelli, il che è un vantaggio per le criniere ricce e fragili.

Alcune sono riempite di tormalina, un minerale che contiene ioni negativi, ma di regola, gli ioni negativi del titanio predominano sugli ioni degli strumenti in ceramica.

piastra Babyliss onde

Come funziona la piastra Babyliss onde?

Poiché la ceramica è nota per il trattamento dei capelli, abbiamo voluto vedere come la piastra Babyliss onde PS200 9000 Cordless avrebbe gestito i capelli crespi.

Perché considerarlo, se le piastre per capelli non funzionano per chi ne ha più bisogno, è davvero un bene?

Abbiamo deciso di non semplificare troppo, quindi invece di allungare i ricci della modella asciugandoli sommariamente prima di raddrizzarli con una spazzola (che tende a facilitare il lavoro), abbiamo deciso di lasciare intatto ogni riccio.

Per la prova finale, abbiamo raddrizzato i ricci individualmente applicando un po’ di termo-protettore lungo tutta la lunghezza del ricciolo e poi tirando ogni capello dal basso mentre facevamo scorrere la Babyliss 9000.

Abbiamo testato tre diverse impostazioni di temperatura, e una volta determinato quale impostazione di temperatura ha funzionato meglio per i ricci, abbiamo lavato e asciugato i capelli prima di lisciarli.

Tecnologia della piastra Babyliss onde

La piastra Babyliss onde è abbastanza high-tech.

È alimentato da una batteria agli ioni di litio che non assomiglia a una normale batteria da palude – infatti, coloro che l’hanno progettata hanno vinto un premio Nobel per i loro sforzi.

È questa alimentazione intelligente che permette a tale strumento di funzionare a piena potenza fino a 30 minuti.

Se stai viaggiando con esso, stai sicura che ha una funzione di sicurezza che assicura che non si accende mai da solo, e c’è un coperchio resistente al calore nel caso in cui.

Le piastre sono in ceramica e galleggianti!

Essenzialmente questo significa che sono in qualche modo flessibili, permettendo all’utente di bloccare le due tavole insieme in modo più efficiente.

Si riscalda istantaneamente, e utilizza anche la tecnologia brevettata Micro-Heat Matrix per mantenere una temperatura costante durante tutto il processo di styling per evitare inutili danni da calore.

Il test

Il nostro test iniziale per determinare quale temperatura avrebbe funzionato meglio è stato una grande sorpresa.

Usando tradizionalmente la massima temperatura di riscaldamento quando possibile, abbiamo supposto che 160°C e persino 180°C non avrebbero funzionato e che 200°C sarebbero stati preferibili.

Ma forse grazie al design superiore e alla tecnologia di riscaldamento brevettata, 160°C sono stati sufficienti per raddrizzare i nostri ricci.

Questo ci porta a credere che funzionino meglio anche sui capelli ricci.

Una volta che cominciamo a lisciare sul serio, lo facciamo segmento per segmento dalla nuca all’attaccatura dei capelli.

Ancora stupiti dal fatto che siano necessari solo 160°C, abbiamo esaminato ogni sezione, passandoci sopra in media due volte, facendo molta attenzione alla sezione più vicina al cuoio capelluto, e siamo rimasti colpiti da come il design curvo permetta di arrivare molto vicino alle radici.

Autonomia della batteria della piastra Babyliss onde

Nonostante la batteria, la piastra Babyliss onde non è così pesante come ci si aspettava, il che aiuta a rendere il processo più confortevole e non si blocca sul bracciolo a metà strada.

Raddrizzare i capelli ricci può essere un lavoro difficile, soprattutto se si hanno molti ricci!

La piastra scivola dolcemente attraverso i capelli senza aggrovigliare, aiuta a sbarazzarsi del crespo, lascia i capelli belli e lucenti, e riesce anche a renderli meno crespi.

Ciò è dovuto alla natura senza fili di questi ferri, poiché la torsione e il movimento della punta sono facilitati senza disturbare.

Mentre una carica di tre ore è valutata per 30 minuti di autonomia, e il grande pulsante di accensione rotondo si illumina in diverse tonalità per indicare la quantità di carica rimasta: verde per una carica completa, arancione per il 30-49%, e meno del 30% rosso – abbiamo scoperto che c’è stata una corsa contro il tempo perché avevamo bisogno di una carica completa per ottenere il lavoro fatto.

piastra Babyliss onde

Facilità d’uso

La piastra Babyliss onde 900 senza filo è facile da usare grazie al pulsante principale che regola la temperatura e la accende e la spegne.

Ha lisciato i ricci della nostra modella con facilità e i capelli sono rimasti perfetti tutto il giorno, il che gli ha dato un ottimo punteggio.

Sarebbe ideale se la batteria durasse di più, dato che chi ha i capelli lunghi o spessi può impiegare più di 30 minuti per raddrizzare la treccia.

Tuttavia, se preferite gli asciugacapelli professionali e tendete ad usare le piastre solo per i ritocchi lisci, probabilmente non avrete mai bisogno di più di 30 minuti.

Per quanto riguarda la facilità d’uso, l’elemento wireless è stato un vantaggio in quanto abbiamo potuto raddrizzare ovunque – non c’è bisogno di tenerlo vicino – e ha reso l’arricciatura delle punte un compito facile.

Un altro grande vantaggio è stato l’impressionante comportamento a bassa temperatura e come il design ci ha permesso di raddrizzare direttamente alla “radice”.

Non aspettare oltre e acquista subito questa piastra professionale!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite sul marketing per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!