Meta: tutto quello che devi sapere sulla nuova piattaforma di Facebook

fb.com

Indice

“Meta” in greco significa “dopo” o “oltre”. L’intera società di Facebook sarà ora chiamata semplicemente Meta. Tuttavia, l’app di Facebook manterrà il suo nome e non ci saranno cambiamenti. Facebook ha svelato il suo nuovo badge Meta presso la sede della società a Menlo Park, in California, giovedì 28 ottobre 2021. “Un Internet immersivo incarnato”, è come il creatore di fb.com Mark Zuckerberg, ora il CEO di Meta, descrive il Metaverso che l’azienda vuole aiutare a costruire.

fb.com

Caratteristiche del Metaverso e mutazione di fb.com

Instagram, Facebook, WhatsApp, Messenger sono ora sotto Meta, come Google ha tutti i suoi prodotti sotto l’ombrello di Alphabet.

E dal modo in cui Zuckerberg ha presentato la sua visione nel discorso del keynote, sembra che tutte queste applicazioni continueranno a giocare un ruolo nel prossimo Metaverso, anche se in un modo molto alternativo.

Questo significa che nel tempo, non avrete bisogno di un account fb.com per utilizzare gli altri nostri servizi.

“Il nostro nuovo marchio inizia ad apparire sui nostri prodotti, spero che le persone in tutto il mondo diventino consapevoli di Meta e del futuro che rappresentiamo”, ha scritto nel suo post Zuckerberg.

Meta ha anche un nuovo logo che assomiglia un po’ al simbolo dell’infinito. In un post sul blog, l’azienda afferma che il simbolo “Meta” è “progettato per vivere dinamicamente in un Metaverso dove ci si può muovere dentro e intorno ad esso”.

“Metaverse”, andrà oltre Internet come lo conosciamo, con interoperabilità, avatar, interfacce naturali, teletrasporto, spazio interno, presenza, beni digitali sono alcune delle caratteristiche chiave di questo Metaverse.

Il passaggio da fb.com al Metaverso

Come abbiamo notato in un articolo precedente, il metaverso non è l’idea originale di Facebook o il Meta come viene chiamato ora. L’idea è nata nel romanzo Snow Crash di Neil Stevenson.

Naturalmente, la visione che Silicon Valley sta vendendo ora non è così distopica come nel romanzo.

Era possibile sentirsi nello spazio digitale, quasi come in quello reale, e anche condividere questo spazio con altri.

Pensate a ologrammi realistici, avatar virtuali ovunque, e uno schermo olografico a cui si può accedere con semplici gesti o anche inclinando la testa.

Zuckerberg insiste che la vita nel “Metaverso” sarà più “naturale e vibrante”.

“I dispositivi non saranno più la vostra attenzione”, ha detto.

A giudicare dalla presentazione di Facebook, due persone di due diverse città del pianeta possono assistere a un concerto insieme o anche unirsi a una festa con altri avatar virtuali o olografici.

Lavorare da casa nel Metaverso avrebbe un significato diverso.

Il login vi permetterà di sentirvi in ufficio quasi come se foste lì, senza la necessità di essere lì nel vero senso fisico.

Il live del Metaverso e le differenze rispetto a fb.com

Ma il Metaverso non riguarda solo la capacità di teletrasportarsi in diverse dimensioni o di sperimentare la realtà mista. Una delle caratteristiche chiave del Metaverso è che è vivo, continuo e non si resetta.

Mentre sembra che il mondo digitale prenderà il sopravvento sulle nostre vite, Zuckerberg insiste che non si tratta di passare più tempo dietro gli schermi.

Come pensa fb.com di creare questo Metaverso?

Meta sa di non essere l’unica azienda che può costruire questo Metaverso.

Il piano è quello di mantenere il Metaverse libero, quindi Meta venderà i suoi dispositivi a pagamento o sovvenzionati per permettere a più persone di usarli.

Questi sono dispositivi VR o AR che possono essere utilizzati per accedere a parti di un mondo virtuale, come l’Oculus Quest 2 o 3.

C’è anche un nuovo dispositivo VR chiamato Project Cambria, che è più costoso e ha una tecnologia di tracciamento più avanzata.

Questo avverrà l’anno prossimo.

fb.com ha anche il suo progetto di occhiali a realtà aumentata, che è ancora in sviluppo.

Meta supporterà anche il sideloading e lo streaming su PC in modo che le persone abbiano una scelta invece di costringerle ad usare il Quest Store per trovare le app o acquisire clienti.

“E ci sforzeremo di offrire servizi per sviluppatori e creatori con tariffe basse nel maggior numero possibile di casi per massimizzare l’economia creativa complessiva. Tuttavia, dobbiamo assicurarci di non perdere troppo denaro lungo la strada”, ha aggiunto Zuckerberg.

fb.com

L’affondo di fb.com

Nel suo discorso, il proprietario di Meta ha anche dato un colpo diretto ad altre piattaforme, in particolare Apple.

Ha detto: “Questo periodo è stato umiliante perché per una grande azienda come noi, abbiamo imparato cosa significa costruire su altre piattaforme. Vivere secondo le loro regole ha profondamente plasmato il mio punto di vista sull’industria tecnologica. La mancanza di scelta per i consumatori e le tariffe elevate per gli sviluppatori soffocano l’innovazione e frenano l’economia di internet”.

Quindi è chiaro che un Metaverso onnicomprensivo darebbe anche a fb.com la possibilità di aggirare le regole di Apple e Google, che controllano strettamente le piattaforme iOS e Android, rispettivamente.

fb.com ci proietta nel futuro

Tutto questo diventerà realtà.

La fantascienza ha ispirato l’idea, e anche Zuckerberg sapeva che non sarebbe stato costruito nei prossimi anni. Lui spera che una parte del Metaverso esista entro il successivo decennio.

Ma ci sono anche molti problemi nel Metaverso.

In primo luogo, ci vorrà la tecnologia per ricostruire tutte queste proiezioni olografiche accurate e reali.

Non è ancora tutto a posto.

E fb.com non è l’unico player a lavorare per rendere questa realtà mista una realtà.

Gli altri player

Epic Games sta dando una grande spinta alla creazione di elementi del Metaverso utilizzando il loro motore irreale.

Anche Microsoft Project Mesh mira a dare vita a questo tipo di realtà mista e includerà la capacità di permettere un “olotrasporto” per gli individui.

Ma ancora una volta, la tecnologia è lontana dall’essere pronta.

Il progetto Starline di Google ha già dimostrato una simile esperienza di realtà mista per le videochiamate, ma di nuovo, la tecnologia è appena agli inizi e non è ancora stata lanciata su larga scala.

La compatibilità sarà un grosso problema.

Questo significherà che il pezzo di oggetto digitale che comprerai nel Metaverso funzionerà tecnicamente ovunque.

Per esempio, un oggetto virtuale come una camicia virtuale dovrebbe funzionare in tutti gli aspetti del Metaverso.

Questo attualmente non è possibile.

Per esempio, gli oggetti acquistati in PUBG non possono essere utilizzati in Fortnite. Nel Metaverso, questo sarebbe possibile attraverso l’interoperabilità, anche se Zuckerberg riconosce che tutto ciò richiederebbe la riscrittura di regole e standard più aperti.

Il problema della privacy

Il Meta, o meglio Facebook, ha i suoi problemi con la privacy degli utenti. Ma Zuckerberg insiste che i mondi virtuali saranno costruiti tenendo conto di tale circostanza. Il keynote ha anche parlato di come non vogliono sorprendere le persone con una nuova tecnologia, hanno bisogno di lavorare con i politici e i governi per costruire mondi virtuali.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing