Ecommerce, quanto ne sai veramente?

e-commerce cos'è

Indice

Fare soldi su Internet ed essere il capo di un’attività di e-commerce cos’è è il sogno tante persone. Molte di esse, solo un pochi anni or sono, hanno continuato a cercare online come arrivarci ma sono stati sopraffatti da tutte le cose che dovevano imparare per avviare e far funzionare questo business.

Oggi viviamo in un mondo completamente diverso.

Un mondo con più concorrenza e un mercato aperto.

Un mondo in cui aprire un negozio online richiede pochi minuti.

Ma per fare soldi con l’e-commerce in questo mercato, bisogna avere la giusta mentalità e strategia.

In questo guida ti illustrerò il piano che ha funzionato per molti imprenditori.

La giusta mentalità dell’e-commerce cos’è

e-commerce cos'è

Il primo passo per avere la giusta mentalità è capire che state costruendo un vero e proprio business.

Con l’e-commerce cos’è non si tratta di uno schema di “arricchimento rapido” o di un’operazione di “reddito passivo”.

Non c’è nulla di passivo nel commercio elettronico e se non continuate a crescere e a coltivare la vostra attività acquistando altri prodotti giorno dopo giorno e costruendo la vostra clientela, allora non funzionerà.

Posso assicurarvi che avviare un’attività di vendita al dettaglio è un lavoro infernale!

Posso anche dirvi che ci vuole un po’ di tempo per iniziare a vedere profitti significativi (circa 2 anni).

Perciò, per favore, preparate subito la vostra mente in modo corretto e cominciamo!

Trova la nicchia nell’e-commerce cos’è

Se avete intenzione di sopravvivere in questo mondo di giocatori così ricchi, dovrete specializzarvi e padroneggiare una categoria di prodotti specifica e farvi un nome su quella.

Le ragioni per le quali si vuole andare di nicchia cominceranno ad emergere anche quando parleremo di marketing e di ottenere clienti a basso costo.

Nel settore della vendita al dettaglio esistono molti segmenti di prodotti diversi e, all’interno di ciascuno di essi, ci sono abbastanza opzioni per creare un’attività sana e di qualità.

Lo stesso vale anche per la maggior parte dei negozi specializzati, ed è un’altra prova del fatto che concentrarsi in modo ristretto è in realtà una strategia valida.

Ora che avete scelto la vostra nicchia, iniziate a tracciare una mappa delle diverse categorie di prodotti che potreste tenere nel vostro negozio.

Anche dopo aver ristretto la vostra nicchia, potete offrire molte altre cose.

Non limitarti a vendere un solo prodotto con l’ecommerce

e-commerce cos'è

Un errore comune che ho riscontrato in molti e-commerce cos’è Shopify è quello di vendere un solo prodotto.

Capisco che approvvigionarsi di un solo prodotto e trattare con un solo fornitore sia più facile, ma è anche la ragione per cui non funziona.

La facilità non funziona nel lungo periodo, ricordate il nostro pensiero?

Quindi, volete avere diverse categorie, poi diversi prodotti all’interno di ogni categoria.

Con ogni nuovo SKU che aggiungete, state aggiungendo un’altra opportunità di vendere più articoli per ogni cliente che entrerà nel vostro negozio, o l’opportunità per quei clienti di tornare ad acquistare di più.

Se avete un solo prodotto, i clienti hanno una sola scelta e se la fanno subito, cosa li farà tornare?

Leggete la nostra analisi approfondita dei negozi Shopify in vendita e di cosa dovete tenere conto se volete acquistarne uno. Imparerete molto su come fare soldi con l’e-commerce e sul perché certi modelli di business non funzionano.

La vendita al dettaglio è un gioco di numeri!

Come abbiamo detto, si tratta di un settore in cui è possibile implementare le proprie strategie per ottenere il miglior ritorno sugli investimenti.

Il prezzo farà la differenza nell’e-commerce cos’è

La determinazione dei prezzi è un’arte e chi sa come utilizzarla ne trae vantaggio nell’e-commerce cos’è.

Si è molto tentati di andare là fuori e fare il prezzo più basso del mercato, o semplicemente di “2x cost” (una strategia davvero pessima, tra l’altro), ma la domanda è: state facendo un profitto su questi prezzi?

Esiste uno spazio per aumentarli senza perdere quote di mercato?

Come si costruiscono le strategie di prezzo per l’intero portafoglio, invece di concentrarsi solo su ciascun prodotto e sui suoi costi?

Ammettiamolo, i costi di marketing saranno il vostro costo maggiore nell’eCommerce e, per fare soldi, dovrete trovare il modo di ridurli.

Uno dei modi per ridurre i costi di marketing consiste nel creare una comunità di clienti che poi acquisteranno da voi più volte.

Il vostro obiettivo è quello di rimanere in prima linea nella loro mente ogni volta che c’è bisogno del tipo di prodotti che vendete.

Per raggiungere questo obiettivo, dovrete iniziare a fare le due cose seguenti.

Crea contenuti nell’e-commerce cos’è

Bloggare e creare contenuti per l’e-commerce cos’è non è difficile.

Dopo tutto, chi vuole leggere un blog che parla solo di prodotti?

Il vostro modo di fare blogging e di costruire la vostra comunità è quello di creare contenuti che riguardino le aree della vita in cui i vostri prodotti vengono utilizzati.

Ad esempio, se possedete un negozio di cosmetici e trucchi, dovrete creare un blog e un canale YouTube dedicati alla bellezza e al benessere e scrivere di bellezza e cura di sé in generale.

Creerete dei video su YouTube con tutorial e avrete vari artisti e influencer che vi partecipano.

Se vendete attrezzature da campeggio, potreste creare contenuti sull’hobby stesso e rispondere alle domande dei clienti.

Non si tratta solo di avere un blog, ma piuttosto di creare contenuti e riproporli su vari canali di distribuzione dei contenuti allineati con la demografia dei clienti.

Questo è un altro motivo per cui la nicchia è utile.

A volte sarà davvero difficile generare contenuti intorno al proprio prodotto.

La lista di email ti porterà al successo il tuo ecommerce

e-commerce cos'è

Questo ha generato un sacco di traffico gratuito al blog stesso, e ho messo i miei banner pubblicitari sul blog, assicurandomi di costruire la mia lista di email anche da lì.

Tutto ciò che stiamo cercando di fare è portare traffico alle nostre proprietà (sito web e blog) e cercare di massimizzare i rendimenti di questo sforzo. Dobbiamo trovare un modo per far tornare queste persone, ed è qui che entrano in gioco le liste di e-mail.

Il bello di costruire una lista di e-mail è che chiunque sia disposto a fornirvi volontariamente la propria e-mail è sicuramente molto interessato ai vostri contenuti e a ciò che vendete.

Con i tassi di conversione dei siti di e-commerce cos’è che si aggirano intorno al 2%, gran parte del traffico che avete pagato va sprecato… a meno che non cerchiate di mantenere una parte di quel traffico impegnato con il vostro marchio, iscrivendolo alla vostra newsletter.

Volevo solo sottolineare che creare contenuti e mantenere la vostra lista di e-mail non è un compito da poco. Anzi, è piuttosto scoraggiante.

L’obiettivo, però, è cercare di generare traffico spendendo il meno possibile in pubblicità, in modo che alla fine un’attività di e-commerce possa guadagnare.

Ottieni fonti di traffico non a pagamento

Se dipendete esclusivamente dagli annunci a pagamento per generare traffico, è probabile che con l’aumento dei costi della pubblicità sul web non riusciate più a generare profitti.

Creare contenuti e sfruttare le piattaforme che offrono ancora una buona esposizione gratuita è molto più economico.

La SEO è uno dei modi migliori per ottenere traffico gratuito sul web. Diventa sempre più competitivo, ma è ancora efficace se si creano contenuti di valore.

Potete usare la SEO sul vostro blog, e il modo migliore è rispondere alle domande delle persone con i vostri contenuti.

Se il vostro contenuto è abbastanza utile (e ottimizzato, ovviamente), si classificherà e voi beneficerete di tutto il traffico gratuito.

Posizionati su Google

Vale la pena notare che posizionarsi nella prima pagina di Google per i termini relativi ai prodotti sarà molto difficile.

Non solo perché tutti ci stanno provando, ma anche perché Google sta cambiando la sua strategia di pubblicità display sulle SERP, spingendo i risultati organici sempre più in basso.

Il modo migliore per sfruttare la SEO per la vostra attività di vendita al dettaglio o di e-commerce cos’è è quindi quello di ottimizzare i contenuti del blog attorno al quale state costruendo la vostra comunità.

Potreste invece scrivere dei post sul blog che rispondono a domande specifiche sulle scarpe da trekking e avrete comunque la possibilità di posizionarvi in cima ai risultati, a patto che i contenuti del vostro blog siano utili.

In questo modo utilizzerete il vostro blog come mezzo per pubblicizzare le scarpe che vendete, come abbiamo detto prima. Potreste anche ottenere visitatori che si affezionano ai vostri contenuti utili e alla comunità che avete costruito, che leggeranno il vostro blog incessantemente e alla fine sceglieranno di acquistare da voi invece che da qualcun altro.

Poiché i costi di acquisizione dei clienti saranno la spesa maggiore per l’e-commerce, l’ottimizzazione di questo canale è la chiave per ottenere qualsiasi tipo di profitto. Dovete assicurarvi che il costo di acquisizione dei clienti (Cost Per Acquisition, meglio conosciuto come CPA) non superi il valore di vita del cliente (Customer lifetime value, meglio conosciuto come CLV).

Per quanto ne so, realizzare un milione di vendite spendendo 1,5 milioni di euro in pubblicità su Facebook non è una vittoria.

Si vuole essere sicuri di raggiungere i giusti dati demografici con i propri annunci, spendendo il meno possibile.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite sul marketing per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!