Cosa conosci veramente del concept store?

concept store significato

Indice

Cos’è un concept store? Un concept store significato è un negozio al dettaglio che va oltre la semplice vendita di prodotti e si rivolge invece allo stile di vita generale, offrendo servizi che soddisfano i desideri delle persone. Invece di offrire solo una serie di prodotti standard da acquistare, questo tipo di store vende cose che fanno appello a un segmento specifico di consumatori. Questo particolare segmento e l’approccio utilizzato per attirarlo possono variare leggermente da attività ad attività.

concept store significato

concept store significato

Un concept store di solito ha una visione condivisa per il gruppo target, come l’haute couture, la moda urbana o la moda hipster.

I concept store significato spesso cercano di attrarre certi gruppi piuttosto che il consumatore medio e spesso cercano di fare appello a certi gruppi piuttosto che al consumatore medio.

Anche se non c’è una sola forma che un concept store prende di solito, è generalmente progettato per attrarre un segmento specifico della popolazione.

Per esempio, un negozio orientato verso coloro che hanno un interesse nell’alta moda potrebbe offrire vestiti di stilisti famosi, così come scarpe, profumi, accessori e persino elettronica di marca.

Questi prodotti sono tipicamente visti nelle riviste fashion e di intrattenimento e la gamma è probabile che cambi frequentemente.

Questo distingue un concept store da un semplice negozio al dettaglio, che di solito offre gli stessi prodotti anno dopo anno.

I concept store possono affittare gratuitamente una vetrina nel centro commerciale per un tempo limitato.

Estetica del concept store significato

Il design e l’estetica di un concept store significato possono anche essere molto diversi da un tipico grande magazzino o negozio al dettaglio.

Poiché lo shop stesso ha un concetto generale di ciò che è disponibile, il design e il layout di solito seguono questo concetto.

Un negozio che vuole fare appello alle tendenze “urbane” o “di strada” potrebbe avere muri di mattoni a vista, magari abbelliti con graffiti artistici e disegni che migliorano il design.

D’altra parte, un concept store per la cultura “hipster” potrebbe avere pareti scure, luci scure, e suonare musica indipendente popolare in quei circoli.

Alcuni concept store offrono etichette di marca a prezzi più bassi.

Celebrità

I concept store significato possono anche essere associati a persone specifiche, di solito celebrità o persone associate all’industria dello spettacolo.

Questo tipo di negozio generalmente usa il nome della celebrità o il nome del negozio nelle pubblicità e vende prodotti legati a quella persona, come l’abbigliamento o le marche che la celebrità indossa.

Poiché questo tipo di store viene progettato intorno a una specifica moda, costrutto sociale o tendenza culturale, questi negozi possono avere bisogno di reinventarsi per stare al passo con le tendenze della moda.

L’innovazione

Un concept store potrebbe rivolgersi a un cliente specifico, come una donna che pianifica un matrimonio.

I concept store sono innovativi e distintivi e offrono ai consumatori non solo un posto dove fare acquisti, ma un posto dove essere ispirati, informati, rallentare il processo di acquisto e godersi l’esperienza.

La nascita del primo concept store significato

L’idea stessa risale al 1955, quando la creatrice di minigonne Mary Quant aprì il suo primo concept store significato.

Conosciuto come Bazaar on King’s Road, il negozio rimase aperto fino alla metà degli anni ’70, quando la Quant divenne un marchio globale della moda.

Il negozio stesso è un mix ispiratore di musica, arte e, naturalmente, design di moda.

Quant ha immediatamente costruito un marchio nella moda bohémien, nell’architettura, negli scrittori e altro ancora.

10 di Corso Como

Anche se Bazaar on King’s Road è stato il primo concept store significato, non si chiamava così. Il termine stesso non fu coniato quasi 30 anni dopo.

Nel 1991, un sociologo noto come Francesco Morace lo identificò nel negozio sito al 10 di Corso Como a Milano.

Creata da Carla Sozzani, la boutique italiana era originariamente destinata ad essere una libreria che presentava anche arte.

Con il tempo, Carla Sozzani ampliò la gamma del negozio per includere fotografia, abbigliamento, mobili, accessori e altro, riunendo i mondi della moda, dell’arte, del design e anche dell’architettura in uno solo.

Nel tempo, al 10 Corso Como sono stati aggiunti anche un piccolo hotel, un ristorante e un bar.

L’idea globale di concept store significato

Dal 1991, l’idea del concept store è diventata globale.

Dalla Francia agli Stati Uniti, turisti, appassionati di moda, artisti e tutti coloro che affollano questi luoghi unici, molti dei quali offrono oggetti rari e di grande influenza.

Attirati dagli intrighi del mondo dell’arte e della moda, molte persone hanno provato ad aprire dei concept store in tutto il mondo, e molte persone continueranno a farlo.

Se stai considerando questa idea tu stesso, ci sono alcuni consigli e trucchi che devi prima imparare.

Non basta buttare qualche artista e un paio di borse uniche in una stanza e chiamarlo concept store.

Tutte le persone migliori del mondo hanno una cosa in comune: scelgono un tema forte e vi si attengono.

Forse lavori solo con artisti indipendenti, o forse ti concentri su prodotti sostenibili. Qualunque sia il tuo tema, scegline uno, assicurati che le persone con cui lavori siano d’accordo e attieniti ad esso.

Concentrati sulla parte più importante

Vuoi concentrarti sull’arte e permettere piccoli chioschi per lo shopping, o preferisci mettere la moda davanti e al centro con caffè e mostre d’arte sparse lungo il perimetro esterno?

Tieni a mente il tema quando pianifichi il tuo spazio.

Se stai costruendo prodotti sostenibili, considera di mostrare opere d’arte fatte, per esempio, da artisti che riciclano gran parte dei loro materiali.

I negozi del passato capiscono che i concept store significato si basano su qualità, autenticità, know-how e umanità.

Oltre a questo, ogni buon spazio offre uno spazio non solo per lo shopping, ma anche per raccogliere e condividere idee, e un luogo che è un’esperienza memorabile di acquisto.

Osserva la comunità sociale

Concentra il tuo negozio sulla comunità che lo circonda, offri prodotti unici e ospita eventi occasionali che mettono in mostra nuove idee.

Ricorda, un concetto non significa nulla senza una partnership, quindi raggiungi altri imprenditori, giornalisti e influencer.

È probabile che anche se non hai mai sentito parlare di un concept store significato, probabilmente l’hai visitato o almeno ne sei a conoscenza.

Lo store di Alexander McQueen

Alexander McQueen è morto nel 2010, ma il suo modello di moda ha vissuto a Londra.

Il suo flagship store di Bond Street non solo espone moda contemporanea e disegni d’archivio di decenni fa, ma ospita anche mostre e conferenze sulla moda per ispirare nuovi studenti.

L’interno del negozio viene aggiornato ogni trimestre con un focus sullo storytelling per costruire la fedeltà al marchio e coinvolgere le persone ogni pochi mesi.

Ba&sh

La casa di moda francese Ba&sh è un rivenditore di New York relativamente nuovo, focalizzato sulla massimizzazione della soddisfazione del cliente.

Gli acquirenti hanno la possibilità di entrare nell’armadio dei sogni del negozio, vedere tutti i capi firmati e poi noleggiarli per un massimo di tre giorni prima di decidere se aggiungerli al loro guardaroba in modo permanente.

Il negozio insegna anche il francese ai visitatori e tiene lezioni di pasticceria.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite sul marketing per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!