Aprire un’azienda online, i 3 business da avviare immediatamente

Aprire Un'Azienda

Indice

Internet è il più grande livellatore di tutti. Soprattutto nel mondo degli affari, ha livellato il campo di gioco. Chiunque può aprire un’azienda redditizia su Internet, chiunque abbia un computer. Ma c’è di più: non è necessaria alcuna competenza tecnica.

Oggi ci sono tonnellate di strumenti che si possono utilizzare per avviare un’attività online, rendendo il lavoro tecnico molto più semplice che in passato.

Inoltre, potete vivere dove volete, stabilire i vostri orari e lavorare poco o tanto, a seconda della rapidità o delle dimensioni che volete dare alla vostra attività. Inoltre, non è richiesta alcuna esperienza commerciale o di marketing.

È davvero un veicolo democratico per le startup.

E soprattutto, non è necessario un grande capitale per avviare un’attività, a differenza di quanto avviene per le attività commerciali.

In effetti, è possibile avviare molte attività su Internet senza alcuna spesa, poiché esistono numerosi servizi gratuiti che lo rendono possibile.

Ad esempio, è possibile creare gratuitamente un sito web o un blog utilizzando WordPress.

Oppure, potete sfruttare siti di terze parti come Amazon o eBay per vendere prodotti senza dover sostenere costi di inventario.

Si utilizza la loro piattaforma di vendita in cambio di una parte delle vendite.

E questo è solo l’inizio di molte delle soluzioni eCommerce disponibili per le startup senza soldi.

Vediamo i modi migliori per lanciare la vostra attività online e guadagnare online praticamente a costo zero.

1 – Dropshipping per aprire un’azienda online

aprire un'azienda

L’idea alla base di aprire un’azienda online di dropshipping è che, in quanto piccoli imprenditori, non è necessario tenere un grande inventario (o un qualsiasi inventario) di prodotti, né gestire le consegne ai clienti.

In questo modo si eliminano i costi finanziari e i rischi di avere un magazzino pieno di prodotti che magari non si vendono, nonché i grattacapi di dover coordinare le consegne in tutto il Paese o in tutto il mondo.

In effetti, non avrete mai bisogno di produrre o immagazzinare alcun prodotto.

Le uniche cose su cui dovrete concentrarvi sono il marketing e la pubblicità, per raggiungere i clienti e ottenere vendite.

Una volta effettuata la vendita, il resto è gestito da altri.

Gli unici costi che dovrete sostenere sono quelli del marketing e della pubblicità per ottenere nuovi clienti.

Una volta fatto questo, lavorerete con un’azienda specializzata nel dropshipping.

L’azienda elenca i prodotti da vendere sul proprio sito o su una piattaforma come Amazon, eBay o Etsy.

Quando uno dei vostri clienti effettua un acquisto, acquistate i prodotti da un terzo (dropshipper, in genere un produttore o un grossista) a un costo inferiore.

Questo processo è facile come inviare un ordine ai vostri clienti e può essere completamente automatizzato.

Vantaggi del dropshipping

Con il dropshipping, siete in grado di aprire un’azienda e di offrire una selezione più ampia di prodotti, e per questo i costi operativi della vostra azienda sono incredibilmente bassi.

Come potete vedere, non correte alcun rischio, poiché non acquistate nemmeno i prodotti (al costo) fino a quando non viene effettuata una vendita effettiva!

È necessario trovare un dropshipper affidabile su cui fare affidamento per far arrivare la merce ai clienti.

Se l’ordine è in ritardo o non arriva, o se il prodotto non è all’altezza, la colpa è vostra, poiché è la vostra azienda a rappresentare sia il prodotto che l’esperienza per i clienti.

Inoltre, poiché il mercato è molto competitivo, i margini – cioè la differenza tra il prezzo all’ingrosso e quello a cui si può vendere il prodotto – sono esigui, per cui si tratta di un’attività ad alto volume per ottenere un reddito significativo.

Un modo per differenziarsi dalla concorrenza nel settore del dropshipping è quello di avere un prodotto con marchio personalizzato.

Ciò significa semplicemente che si inserisce la propria etichetta/marchio sui prodotti creati dai produttori.

In questo modo, non vendete la stessa etichetta di prodotto e non siete in concorrenza solo sul prezzo, ma potete usare la vostra etichetta e affrontare meno concorrenza.

Pensate a quando guardate i farmaci in farmacia: i nomi di marca sono venduti a prezzi più alti e la gente pensa che siano diversi da quelli generici, quando in realtà gli ingredienti sono gli stessi.

Considerate questi fattori cruciali quando cercate un buon prodotto per il dropshipping.

Amazon per fare dropshipping e per aprire un’azienda online

Chiunque stia pensando di aprire un’azienda di dropshipping dovrebbe prendere in considerazione l’utilizzo di Amazon.com per scalare la propria attività e imparare di più su come diventare un venditore redditizio.

Amazon è un mercato consolidato di cui le persone si fidano già, con una base di clienti preesistente.

Alla fine, dovreste considerare anche la possibilità di avere un vostro negozio online.

2 – Affiliate marketing per aprire un’azienda online

aprire un'azienda

Il marketing di affiliazione è un po’ come il dropshipping, ma ci sono alcune differenze fondamentali.

Con questo modello di commercio elettronico potete aprire un’azienda online ma, ancora una volta, non si mantiene un inventario di prodotti, né ci si occupa di consegnare i prodotti ai clienti.

In pratica, si sceglie una nicchia redditizia per la propria attività di e-commerce, quindi si trova un partner affiliato che abbia prodotti disponibili in questa nicchia.

Alcuni dei siti di affiliazione più popolari sono Clickbank.com, Amazon.com e CJ Affiliate, di proprietà di Conversant (ex Commission Junction).

Tra loro, offrono quasi ogni tipo di prodotto informativo digitale (come eBook, file audio, file video) o fisico che si possa immaginare.

Con il marketing di affiliazione, si offre un prodotto da vendere, ad esempio sul proprio blog o sito di e-commerce.

Ogni prodotto ha un link unico, che rimanda al vostro account presso il partner affiliato.

Un potenziale cliente che fa clic sul link viene portato al carrello del negozio partner per effettuare il check-out.

Una volta acquistato, l’acquisto viene registrato e voi guadagnate una commissione.

L’importo della commissione varia a seconda del partner, ma di solito è compreso tra il 5% e il 25%, o il 50% o più per i prodotti informativi digitali.

Vantaggi dell’affiliate marketing

Come potete vedere, il rischio per voi è minimo e non è necessario alcun investimento.

Proprio come nel caso di un prodotto diretto al consumatore, gli unici costi saranno quelli di marketing e pubblicità per attirare il traffico e convertire le vendite.

La differenza principale rispetto al dropshipping è che il modello di business è ancora più libero.

Tutto ciò che dovete fare è fornire un link che i clienti possono cliccare, ed è il proprietario dell’azienda a gestire tutto: la fatturazione, l’evasione degli ordini, l’assistenza clienti, ecc.

L’unica cosa che dovete fare è gestire il marketing in modo che i vostri clienti acquistino (attraverso i social media, l’email marketing, i blog o qualsiasi altro metodo a vostra scelta).

Ma una volta che hanno cliccato su un link di affiliazione, la cosa non dipende più da voi.

Non dovete spedire i prodotti e occuparvi del servizio clienti.

E sicuramente non dovrete tenere un inventario.

Tutto ciò che dovete fare è concentrarvi sui metodi a pagamento e gratuiti per commercializzare la vostra attività online.

Modo semplice per aprire un’azienda online

Il marketing di affiliazione è davvero uno dei tipi di business più “a portata di mano” che si possano intraprendere per aprire un’azienda online.

Se avete competenza, passione o interesse per un argomento, allora siete pronti a guadagnare attraverso il blogging.

Con servizi come WordPress, potete iniziare a creare un blog in modo completamente gratuito.

Si potrebbe pensare che il blogging sia solo scrittura.

E potrebbe esserlo, se è questo che volete fare.

Ma scrivere post sul blog è solo l’inizio.

Potete pubblicare foto, video, link ad altri siti e persino ripubblicare notizie e altri articoli.

Tutto è lecito, purché sia attinente alla vostra nicchia.

La chiave è pubblicare contenuti originali che siano utili per il vostro pubblico di riferimento e pubblicare regolarmente.

Questo è il modo migliore per ottenere un posizionamento nei motori di ricerca, ma è anche il modo migliore per invogliare il pubblico ad agire.

Che tipo di contenuti dovete offrire?

Qualsiasi cosa che sia coinvolgente per i vostri potenziali clienti.

Argomenti di tipo “how-to”, elenchi di Top-10, commenti sulle tendenze della vostra nicchia, articoli con consigli e trucchi: in sostanza, dovreste fornire contenuti utili.

3 – Annunci sul sito per aprire un’azienda online

aprire un'azienda

Le idee per il vostro blog non mancano.

Un blog su come aprire un’azienda online permette di guadagnare in vari modi.

Vi è mai capitato di visitare un sito web e di vedere degli annunci.

È probabile che si tratti di un annuncio inserito tramite la rete pubblicitaria di Google.

Questi annunci PPC vengono visualizzati nella barra laterale del vostro blog.

Ogni volta che qualcuno clicca su un annuncio (che dovrebbe essere su un argomento correlato alla vostra nicchia), guadagnate qualche centesimo o più.

Piccole somme ogni volta, ma che si sommano. Si tratta di un tipo estremo di trasferimento.

È sufficiente prendere il codice di Google, inserirlo nel vostro sito e gli annunci vengono automaticamente visualizzati nel vostro blog.

Potete anche collaborare con una rete pubblicitaria diversa da Google, come Blogads, e far apparire i banner pubblicitari sul vostro blog.

Come per gli annunci di Google Adsense, si inserisce un codice sul sito una volta e quando un visitatore fa clic su un annuncio, si viene pagati.

Oltre ai banner pubblicitari, è possibile pubblicare annunci video sul proprio sito.

In molti casi, si può guadagnare di più utilizzando una rete pubblicitaria per blog, ma queste funzionano generalmente solo per i blog con decine di migliaia di visitatori o più al mese.

Al contrario di Google Ads, che si può avviare immediatamente indipendentemente dal traffico ricevuto.

Questo lo conoscete già.

Inserite dei link su prodotti che pubblicizzate come affiliati e, ogni volta che qualcuno acquista quel prodotto, guadagnate una commissione.

Con un blog, potete integrare gli annunci nei contenuti in modo da avere maggiori probabilità di vendita.

Ad esempio, potreste scrivere la recensione di un prodotto – che è un contenuto utile – e poi includere un link per l’acquisto di quel prodotto attraverso un link di affiliazione.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing