Aprire un e-commerce conviene davvero?

aprire un e-commerce conviene

Indice

Avete pensato di entrare nel mondo dell’e-commerce e vi siete chiesti se l’investimento valesse la pena. Prima che voi vi buttiate a capofitto, facciamo un passo indietro e rispondiamo a questa domanda: Dovreste avviare un’attività di e-commerce? Oggi analizzeremo il tempo, il denaro e gli sforzi necessari per avviare un’attività di e-commerce, in modo che possiate decidere se è una buona idea o meno. Aprire un e-commerce conviene?

Avete i soldi?

Avete il tempo necessario?

Avete un business plan?

Vi sentite a vostro agio nell’accettare il cambiamento, il rischio e il fallimento?

La vita da startup presenta alcuni vantaggi, indipendentemente dal settore in cui si opera: flessibilità, essere il capo di se stessi, seguire la propria passione.

Ma comporta anche molti grattacapi.

Seguite questi consigli dei proprietari di piccole imprese sulle sfide che hanno affrontato nell’avviare un’attività.

Hanno anche menzionato tutta una serie di altre sfide non trascurabili, come la ricerca di una base di clienti.

Se si hanno le conoscenze finanziarie, aprire un e-commerce conviene

aprire un e-commerce conviene

Ancora una volta, aprire un e-commerce conviene?

La questione del denaro è in cima alla lista.

Quasi la metà degli intervistati ha dichiarato che avrebbe voluto avere maggiori conoscenze finanziarie prima di avviare l’attività, in particolare per quanto riguarda la contabilità e le tasse.

Esaminando le loro risposte, ho trovato diversi altri temi.

Uno di loro ha detto che avrebbe voluto sapere quante notti di sonno avrei perso a causa dell’enorme quantità di tempo che occorre per essere responsabili di qualcosa, organizzare tutto, risolvere ogni singolo problema.

È incredibile quanto sarà più difficile. Quanti dubbi e negatività riceveresti dagli altri.

Quanto tempo, denaro e sforzi richiederebbe.

Comprendere se aprire un e-commerce conviene

Quindi, c’è un lato positivo in tutto questo?

Il lavoro secondario vale tutte le incognite, le frustrazioni e le notti insonni?

Sì, secondo i risultati di un terzo sondaggio che abbiamo condotto.

Su 100 persone intervistate, un enorme 96% ha dichiarato che aprire un e-commerce conviene.

Solo quattro hanno detto che non lo era.

Le parole più usate per spiegare le loro risposte sono state “denaro” e “reddito”.

Il denaro è ovviamente la motivazione principale, ma quali sono gli altri fattori che rendono conveniente un’attività secondaria?

Che ne dite di avere il controllo su quando e dove lavorare?

La possibilità di perseguire i propri sogni?

Abbiamo condotto un quarto sondaggio chiedendo alle persone di classificare queste opzioni: scegliere il proprio orario, scegliere il proprio posto, ottenere un reddito aggiuntivo, stabilire i propri prezzi, seguire la propria passione o aiutare gli altri.

E, beh, si tratta ancora in gran parte di soldi.

Il sondaggio per valutare se aprire un e-commerce conviene

aprire un e-commerce conviene

Più della metà degli intervistati (56%) ha dichiarato che guadagnare un reddito aggiuntivo è la cosa più importante, seguita dalla possibilità di stabilire i propri orari (25%) e pertanto aprire un e-commerce conviene.

Per alcuni, il lavoro accessorio non è facoltativo. Per me, guadagnare un reddito extra è la priorità numero uno.

Mi piace anche lavorare quando ne ho voglia.

Se voglio lavorare un giorno in più o in meno, lo decido io.

E non c’è niente di meglio che lavorare da casa, se si può.

Altri vantaggi che rendono il lavoro secondario utile, come la ricerca di una passione, sono la ciliegina sulla torta.

Avviare un’attività vale la pena, soprattutto per il sostegno finanziario e la flessibilità che può offrire. Fatta questa premessa, entriamo ora nel vivo di ciò che serve per lanciare un’attività di e-commerce.

Il mercato dell’ecommerce

Ogni giorno si iscrivono ad Amazon circa 3.700 nuovi venditori.

Dovreste unirvi a loro e avviare il vostro negozio di e-commerce?

Dovete innanzitutto porvi queste domande.

Avete del denaro a disposizione?

Potreste essere stati motivati dal pensiero di guadagnare qualche soldo in più con un’attività secondaria nel settore dell’e-commerce.

Ma, come dimostra il nostro sondaggio, avrete bisogno di un po’ di denaro per l’avvio, più di quanto abbiate pensato.

E se siete come la maggior parte degli imprenditori, si tratta di denaro proprio.

Tre proprietari di piccole imprese su quattro attingono ai propri risparmi per iniziare.

Questa percentuale è più alta nel settore del commercio elettronico, dove l’82% dei venditori di Amazon ha avviato la propria attività con le proprie forze.

I marketplace per aprire un e-commerce conviene

aprire un e-commerce conviene

Quasi il 70% dei venditori Amazon intervistati ha dichiarato di aver speso fino a 5.000 euro per avviare la propria attività.

Tenete a mente queste parole mentre acquistate i vostri prodotti.

I costi iniziali sono solo una parte dell’equazione.

È necessario considerare anche le modalità di gestione dell’azienda per capire se aprire un e-commerce conviene.

La creazione della piattaforma ecommerce

Concentriamoci su uno dei primi passi da compiere: la creazione del sito di aprire un e-commerce conviene.

Piattaforme e-commerce come Shopify e WooCommerce sono due opzioni popolari.

Un host web è come il vostro padrone di casa: pagate per la possibilità di far vivere i contenuti del vostro sito web su Internet.

Per questo vi consiglio Siteground.

Le piattaforme all-in-one, come Shopify, includono l’hosting come parte dei loro piani.

Se gestite un sito web self-hosted, pagherete un provider come Siteground.

Il nome di dominio per aprire un e-commerce conviene

Il nome di dominio per aprire un e-commerce conviene è l’indirizzo web del vostro negozio.

Si paga per mantenere un nome di dominio, sia come parte di un piano software di e-commerce, sia individualmente, se si acquista un nome di dominio attraverso un fornitore di terze parti.

Si tratta della capacità del vostro sito web di accettare pagamenti dai clienti e di gestire le transazioni.

I costi per avviare un’attività di ecommerce

È difficile stabilire una cifra precisa per i costi di aprire un e-commerce conviene.

Dipende dalle vostre esigenze e dalle opzioni che decidete di seguire.

Si può iniziare con Shopify per 29 dollari al mese per creare un negozio di base.

D’altra parte, a seconda della personalizzazione che si vuole ottenere, si possono pagare sviluppatori per migliaia di dollari per costruire il proprio negozio di e-commerce.

Dovrete inoltre considerare i costi di produzione, marketing, tecnologia, legali e, potenzialmente, dei dipendenti, nonché le spese impreviste.

Per la maggior parte dei proprietari di piccole imprese, ciò si traduce in una media di circa 40.000 dollari nel primo anno di attività.

Anche le tasse sono una bestia difficile da gestire.

Nel settore dell’e-commerce dovrete tenervi al passo con gli obblighi fiscali sulle vendite, oppure affidare il compito a qualcun altro.

Anche in questo caso, potreste sottovalutare l’importo che finirete per pagare.

Come si può vedere, le variabili in gioco sono molte. Ecco la nostra migliore ipotesi su quanto occorre per iniziare un’attività di e-commerce: 2.500 euro.

Se questa cifra vi fa rabbrividire, probabilmente l’e-commerce non fa per voi in questo momento.

Le ore di lavoro per aprire un e-commerce conviene

Forse avete la visione di aprire un e-commerce conviene sorseggiando bevande fruttate sotto una chioma di palme a Maiorca.

Non sto dicendo che non possiate avere la migliore vita possibile come commercianti di e-commerce.

Ma la realtà è che non riuscirete a nuotare nei tempi morti.

Quasi la metà di tutti i venditori Amazon trascorre tra le 4 e le 20 ore alla settimana lavorando alla propria attività.

Si tratta di un tempo considerevole, se si considera che il 62% dei venditori svolge un’attività secondaria oltre a un lavoro o a una carriera a tempo pieno.

In generale, le persone dedicano più tempo alle loro attività collaterali rispetto a un anno fa.

La percentuale di chi dedica oltre 15 ore al giorno alla propria attività è più che raddoppiata, passando dal 12% al 27%.

Trascorrono meno tempo con la famiglia e gli amici e riducono le attività di svago, il sonno e l’esercizio fisico.

Quando si possiede un’azienda, non si è mai veramente offline.

Non si hanno giorni di ferie, giorni di malattia, tempo libero e così via.

Il tempo è denaro, dopo tutto.

I vostri prodotti non si venderanno da soli.

Scrivere una descrizione di un prodotto Amazon è un compito importante che richiede tempo, ricerche e test.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui social

Vuoi fare business online? Allora, clicca il banner qui sotto e accedi gratis a oltre 200 corsi di digital marketing

Unisciti alle oltre 4000 persone che ricevono risorse gratuite per mail

Prima di andare via, ti consiglio di leggere questi articoli

error: Content is protected !!

Inserisci i tuoi dati per entrare nell'Academy

Marketing

Inserisci la tua email e inizia gratis a studiare online marketing